Skip to content

IL MINISTRO BRAMBILLA FA IL SALUTO ROMANO: E’ INDEGNA DI RAPPRESENTARE GLI ITALIANI.

giugno 22, 2009

Venerdì 5 giugno 2009, a Lecco, in occasione della Festa dell’Arma dei Carabinieri, il Ministro del Turismo Michela Vittoria Brambilla e suo padre, presente poco distante da lei, hanno esibito un saluto romano al termine dell’Inno Nazionale.

Questo fatto è assolutamente inqualificabile, ed una Nazione democratica non può accettare che un rappresentante del proprio Governo compia pubblicamente un’azione che si richiama apertamente al fascismo.

A chi ha criticato l’episodio, il Ministro ha replicato: “Non avendo argomenti politici, i nostri avversari si sono ridotti a misurare l’angolazione del mio gomito quando saluto i cittadini o a calcolare l’altezza delle mie braccia.” Una risposta del genere, oltre a risultare demenziale, è un insulto all’intelligenza delle persone. Se invece, la Brambilla non ha realmente compreso la portata negativa del proprio comportamento, (ma si tratterebbe di un vizio di famiglia, dal momento che lo stesso gomito alzato l’aveva anche suo padre pochi, centimetri più in là) allora a maggior ragione non è degna di ricoprire una carica della Repubblica. In ogni caso il Ministro Brambilla dovrebbe dimettersi.

Tale gesto esprime un’insopportabile offesa alla democrazia, alla Repubblica, nata dalla Resistenza Anfascista ed a tutti i cittadini. Inoltre si configura come un reato, dal momento che la Legge 645 del 1952, successivamente aggiornata dalla Legge 205 del 1993, condanna i gesti, i simboli e gli slogan che si richiamino al fascismo ed al nazismo, mentre l dodicesima disposizione transitoria e finale della Costituzione italiana vieta la ricostituzione sotto qualunque forma del disciolto Partito Fascista.

Il saluto romano esguito da un Ministro rappresenta un evento grave di per sé, e diviene ancora più preoccupante se si considerano tutti quei fenomeni di rigurgito del fascismo che si sono verificati in Italia negli ultimi tempi (dalla presentazione di Forza Nuova alle elezioni, al convegno organizzato da quest’ultima a Milano negli scorsi mesi, alla recente nascita del gruppo denominato Guardia Nazionale Italiana, organizzato per eseguire “ronde nere”, rese possibili grazie al recente Decreto sulla sicurezza predisposto dal Governo). Tutto questo avviene in un inspiegabile silenzio da parte dei mezzi d’informazione, in un clima di revisionismo storico instaurato dal centrodestra, desideroso di modificare la Costituzione, e di eliminare i valori della Resistenza da quest’ultima e dalla cultura civile del nostro Paese.

Crediamo che non si possa più far finta di nulla. I veri democratici non possono più tollerare questi continui attacco all’Antifascismo ed ai principi sui quali si basa la Libertà del nostro popolo.

Bisogna difendere con forza la nostra Costituzione e respingere ogni tentativo di revisionismo.

Il fascismo ha rappresentato il periodo più oscuro e terribile della storia d’Italia e non dobbiamo permettere che si ripresenti in nessuna forma, in nessuna veste, con nessuna maschera.

Ora e sempre, Resistenza!

Vi segnaliamo il link dove è possibile visionare il bellissimo filmato realizzato dal Comitato per la Difesa della Costituzione e dall’ANPI della Valle S. Martino (LC).

http://www.youtube.com/watch?v=RTyuNEw28ZY

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Sinistra News

Tutte le notizie dal mondo progressista

Single OFF Solitude

come sopravvivere in un mondo fatto in coppia

WordPress.com

WordPress.com is the best place for your personal blog or business site.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: