Skip to content

OGNI GIORNO 200MILA METRI QUADRATI DI PIANURA PADANA COPERTI DAL CEMENTO

luglio 8, 2009

La Regione Lombardia ha intenzione di varare una legge sull’edilizia assolutamente assurda. Una legge che consente di andare in deroga (quindi fare delle “eccezioni”) a moltissime norme preesistenti; tutto per far costruire sempre di più. Stanno riempiendo la testa della gente con la bugia che l’edilizia è il settore trainante dell’economia. Il realtà l’edilizia insensata e senza controllo che vuole la Regione e vogliono gran parte dei politici di ogni schieramento è un pericolo per l’ambiente e per la salute delle persone. La sua unica funzione è quella di far fare soldi a pochi imprenditori, sulle spalle dei cittadini. Le nostre città sono piene di locali sfitti, che rischiano di rimanere per sempre tali perché molte persone in cerca di abitazione non riescono ad acquistarli o ad affittarli perché non se lo possono permettere economicamente, e non hanno i requisiti per ottenere un mutuo bancario.

In questa situazione socio-economica, realizzare nuove costruzioni non serve a nulla, se non a consumare spazio libero, e risorse.

La soluzione al problema di dare una casa a chi ne ha realmente bisogno, non può essere basata sull’edificazione di nuovi alloggi, bensì sulla creazione di meccanismi che consentano alle famiglie a basso reddito (normalmente escluse dall’accesso al credito per l’acquisto di un’abitazione) di avere la possibilità di affittare un locale a costi accessibili per le proprie possibilità.

L’Osservatorio Nazionale sul Consumo di Suolo (ONCS), costituito da INU (Istituto Nazionale di Urbanistica), Legambiente e DiAP (Dipartimento di Architettura e Pianificazione) del Politecnico di Milano, ha presentato oggi a Milano il primo rapporto sui consumi di suolo in Italia.

Dal documento risulta il preoccupante dato di 200mila metri quadri di territorio che l’urbanizzazione ricopre ogni giorno nel bacino del Po, un’area grande come 12 piazze del Duomo di Milano. Su 20 regioni, solo 6 hanno avviato la ricognizione delle trasformazioni del suolo nel tempo, e tra queste spicca la Lombardia con 288.000 ettari di superficie ormai ‘sigillati’ dall’urbanizzazione. In Emilia Romagna invece, su un arco temporale esteso dal 1976 al 2003, il territorio urbanizzato è quasi raddoppiato, passando dal 4,8 al 8,5% della superficie regionale. In Friuli Venezia Giulia, nel ventennio 1980-2000 si sono dilapidati 6.482 ettari agricoli.

Esempio di agricoltura in pianura Padana

Esempio di agricoltura in pianura Padana

All’interno del grave fenomeno dell’erosione delle superfici agricole l’urbanizzazione risulta responsabile di 2/3 delle perdite, con l’aggravante che ben difficilmente i suoli ricoperti da cemento e asfalto potranno mai tornare ad essere liberi. “Il dato ha una sua chiara e drammatica gravità, legata alla scomparsa definitiva delle terre più fertili e produttive d’Europa – rileva Damiano Di Simine, presidente di Legambiente Lombardia – seguendo l’esempio della Germania della Merkel, l’Italia deve darsi un piano nazionale di lotta al consumo di suolo”.Rimettere al centro delle politiche urbanistiche la ‘questione suolo’ con tutte le implicazioni sul piano ambientale e sociale che essa impone – dichiara Paolo Pileri del DIAP Politecnico di Milano – è oggi urgente, ha a che fare con la vita di tutti noi e con la qualità di questa vita nei luoghi in cui viviamo. Il suolo è un bene comune sul quale occorre una politica saggia e lungimirante che non può essere quella attuale, […] dove, ad esempio l’agricoltura paga un prezzo elevatissimo (-10 ettari/giorno in Lombardia, -8 in Emilia Romagna)”.

Il territorio consumato da palazzi e strade

Il territorio consumato da palazzi e strade

Nel dettaglio, emerge il primato, nella perdita di suolo, della Lombardia: regione capofila, in Italia, nella produzione agrozootecnica, un settore che dipende strettamente dalla disponibilità di suolo agricolo. Ebbene, nel periodo 1999-2006 questa regione ha perso 26.778 ettari di superfici agricole, in gran parte (oltre 22.000 ettari) divenuti urbanizzati, quindi persi irreversibilmente. Nella nostra regione 288.000 ettari di superficie sono ormai ‘sigillati’ dall’urbanizzazione: vuol dire che quasi il 14% dell’intera superficie regionale è urbanizzato. Se ci si concentra sulla pianura (circa il 55% del territorio regionale), la Lombardia ha già consumato e coperto di cemento quasi un quarto delle superfici pianeggianti. Il consumo di suolo legato all’urbanizzazione è soprattutto a carico delle superfici coltivate, confermando una tendenza storica che, nell’arco di un intero secolo, ha visto la crescita di città e insediamenti a danno della campagna. Arrestare la crescita del consumo di suolo non è dunque solo una grande sfida per la tutela del nostro paesaggio, ma anche una garanzia di presidio delle superfici agricole che da secoli sono state destinate a ‘nutrire il pianeta’.

In Italia, in Lombardia, e a Brugherio, dobbiamo chiedere con forza a chi ci governa di mettere in atto politiche che permettano di raggiungere il consumo di suolo zero, unica vera possibilità di sviluppo sostenibile!

In tabella: superficie urbanizzata nelle regioni: dato complessivo e pro-capite. Fonte: rapporto INU-ONCS-DiAP-Legambiente

Abitanti (stima ’04) Superficie urbanizzata, ettari (anno di riferimento) Sup. urbanizzata pro-capite, mq/ab
Lombardia 9300000 288.000 (2006) 310
Piemonte 4400000 130275 (2001) 296
Emilia Romagna 4100000 187000 (2003) 456
Friuli Venezia Giulia 1200000 69717 (2000) 581
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Sinistra News

Tutte le notizie dal mondo progressista

Single OFF Solitude

come sopravvivere in un mondo fatto in coppia

WordPress.com

WordPress.com is the best place for your personal blog or business site.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: