Skip to content

DECATHLON: IL VERO PARADOSSO E’ RINUNCIARE A UN PARCO PER DEI POSTI DI LAVORO INESISTENTI

novembre 7, 2009

Lo scorso 3 novembre, sul Giornale di Monza è stato pubblicato un articolo in cui un esponente del centrodestra brugherese, attaccava Brugherio Futura e Rifondazione Comunista per le proprie posizioni in merito al progetto del centro commerciale Decathlon.

Di seguito pubblichiamo la replica delle nostre forze politiche a tali dichiarazioni, espresse mediante un comunicato stampa emesso oggi, 7 novembre.

COMUNICATO STAMPA

Abbiamo letto con interesse le dichiarazioni del Consigliere Ribaudo in merito alla nostra posizione sulla questione Decathlon. Lo ringraziamo per la preoccupazione, ma crediamo di essere già grandi, e di sapere molto bene quello che vogliamo. Vogliamo tutelare sia il lavoro, che la salute dei cittadini di oggi e delle future generazioni. Le due cose, crediamo, non sono affatto in contraddizione.Agire in modo serio e responsabile significa difendere, come stiamo facendo e da sempre facciamo, i lavoratori di aziende storiche del nostro territorio che, a causa della crisi, rischiano di ritrovarsi senza occupazione.

E, soprattutto in un’area densamente urbanizzata come quella in cui ci troviamo, significa anche difendere il territorio, evitando che venga consumato con la realizzazione di strutture, come la Decathlon, che portano inquinamento, rumore e traffico, senza garantire benefici per la città, (dal momento che i vantaggi in ambito di occupazione sono tutti da dimostrare e che l’azienda francese non ha mai fornito alcuna garanzia in merito).

Esprimiamo il nostro compiacimento per il fatto che il Pdl, con le parole di Ribaudo, abbia finalmente riconosciuto che la zona dove vorrebbero costruire la Decathlon è un prato, e non una discarica, o un “accampamento di zingari”, come il centrodestra ha sempre sostenuto fino a questo momento.

Il concetto di Parco (soprattutto nel caso di un Parco Sovracomunale) comprende diverse tipologie di aree verdi (boschi, filari di alberi, zone agricole, prati etc.) che concorrono a creare un sistema ambientale ricco e complesso, che costituisce una barriera all’avanzata delle zone costruite.

In quest’ottica, realtà come il “Parco della Forma” certamente non aggiungono contenuti qualificanti sul piano ambientale (come del resto su quello occupazionale).

d_vda

Campus Decathlon Villeneuve d'Ascq - Francia

L’esperienza dei centri commerciali di questo tipo, già realizzati in Francia (come il Campus Decathlon di Villeneuve d’Ascq, raffigurato nell’immagine qui sopra) dimostra come essi siano in netto contrasto con la volontà espressa dal Consigliere Ribaudo di “aumentare l’ossigenazione” della zona, dal momento che gli unici aumenti garantiti sono quelli del cemento e dell’asfalto.

BRUGHERIO FUTURA

RIFONDAZIONE COMUNISTA BRUGHERIO

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Sinistra News

Tutte le notizie dal mondo progressista

Single OFF Solitude

come sopravvivere in un mondo fatto in coppia

WordPress.com

WordPress.com is the best place for your personal blog or business site.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: