Skip to content

LA MAGGIORANZA LITIGA CON LA MAGGIORANZA

novembre 7, 2009

Sono passati solo quattro mesi da quando la nuova Amministrazione di centrodestra si è insediata alla guida di Brugherio, eppure la maggioranza che dovrebbe sostenerla sta già andando in pezzi.

Martedì 29 settembre infatti, il Pdl di Brugherio ha inviato una lettera ai dirigenti provinciali del partito, dove chiedono di “intraprendere tutte le iniziative politiche” necessarie per giungere alla rimozione dall’incarico di Assessore di un membro della loro stessa forza politica: Francesca Pietropaolo, accusata di essere indisciplinata, e di non rappresentare il partito.

E’ evidente che il Popolo della Libertà brugherese, e tutto il centrodestra sono allo sfascio più totale. La logica delle poltrone prevale su quella dell’interesse della città. Invece di occuparsi di amministrare il Comune e risolvere i problemi dei suoi abitanti, sono impegnati in continui litigi interni, alla ricerca di un posto al sole se per se stessi.

Viene quasi spontaneo esprimere solidarietà nei confronti dell’Assessore Pietropaolo, vittima di una situazione più grande di lei.

Chissà se se lo sarebbe mai aspettata, quando ha partecipato alla campagna elettorale, che il suo partito avrebbe voluto darle il benservito dopo così poco tempo.

Chissà se si sarebbe mai aspettata che, dopo la confluenza nel Popolo della Libertà, la componente di Alleanza Nazionale sarebbe stata cancellata così in fretta.

I segnali delle spaccature sono arrivati subito dopo l’entrata in carica del Sindaco, quando un gruppo di Consiglieri del Popolo della Libertà ha disertato il Consiglio Comunale per mandare a Ronchi e agli “alleati” chiari messaggi in merito a rivendicazioni sulle nomine degli Assessori.

Hanno ottenuto il risultato, dal momento che il Sindaco, nonostante poco tempo prima avesse affermato che non avrebbe sostituito Amleto Fortunato all’interno della Giunta, “per rispettare la promessa fatta all’amico”, ha invece nominato un nuovo Assessore all’Urbanistica, sconosciuto ai più, ma evidentemente gradito ai dissidenti.

Più di recente ci sono stati i pesanti attacchi lanciati dal Consigliere Comunale Giuseppe Valentino all’indirizzo di Ronchi e del Direttore Generale Sarimari, colpevoli, secondo Valentino, della mancata pubblicazione di alcune sue dichiarazioni sul Notiziario Comunale.

E poi nuovi dissidi, nuovi litigi, nuovi attacchi da parte di esponenti del Pdl a Sindaco, Giunta, e Direttore Generale.

Insomma uno scenario decisamente brutto e preoccupante. Da parte dell’Amministrazione non c’è consapevolezza di quella che è la reale situazione in cui si trova Brugherio, non c’è conoscenza delle esigenze dei cittadini, non c’è capacità di applicare soluzioni moderne che consentano a Brugherio di progredire. Ognuno va per contro proprio, si costruisce le proprie piccole alleanze, non guarda oltre un palmo dal proprio naso.

L’unica cosa che la Giunta è in grado di fare è approvare provvedimenti razzisti nei confronti degli stranieri ed inventarsi idee sempre nuove per invadere Brugherio con centinaia di migliaia di metri cubi di cemento (dal Piano Casa, alla Decathlon, al Progeto Panda, alla Porta Sud e chissà cos’altro ancora macchineranno).

La città già paga le conseguenze di questo cattivo modo di governare, ma il centrodestra non intende nemmeno renderne conto ai brugheresi. Quando, in Consiglio Comunale, è stato loro chiesto di chiarire la situazione dei rapporti fra la maggioranza e l’Assessore Pietropaolo, i Consiglieri del Popolo della Libertà si sono rifiutati di rispondere, dichiarando che si tratta di una “questione interna al partito”.

Invece non è una questione interna nemmeno per sogno. La polemica riguarda la Pietropaolo in quanto Assessore, quindi in quanto esponente delle Istituzioni. I cittadini hanno il diritto di sapere cosa succede all’interno della Giunta e della maggioranza che hanno eletto, e queste ultime hanno il dovere di informarli.

Il centrodestra ha speso molte parole, quando era in carica la precedente Amministrazione, per sottolineare la necessità che la maggioranza di allora chiarisse di fronte ai brugheresi i rapporti che intercorrevano fra le sue varie componenti; tali chiarimenti non si sono mai fatti attendere.

Ora invece, quando sono la Lega ed il Pdl ad essere attraversati da da dissidi e contrasti ben più gravi interni alla coalizione e ad una parte degli stessi partiti, queste forze politiche non hanno sufficiente rispetto per gli elettori, da spiegare loro come stanno le cose.

E’ evidente che non hanno il senso di cosa sia la democrazia, né di cosa sia la coerenza.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Sinistra News

Tutte le notizie dal mondo progressista

Single OFF Solitude

come sopravvivere in un mondo fatto in coppia

WordPress.com

WordPress.com is the best place for your personal blog or business site.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: