Skip to content

PORTA DELLE TORRI, P.I.I. BINDELLERA E DECATHLON: UN’ASSEMBLEA PUBBLICA PER ASCOLTARE I CITTADINI, MA E’ UNA PRESA IN GIRO PERCHE’ LA GIUNTA HA GIA’ DECISO

marzo 29, 2010

Nella serata del 22 marzo 2010, l’Amministrazione Comunale di Brugherio ha organizzato (come impone la legge) un’Assemblea Pubblica dove doveva essere illustrata la variante accelerata al Piano Regolatore Generale di Brugherio, grazie alla quale la Giunta e la maggioranza intendono costruire nuove palazzoni in centro alla città (attuazione del progetto “Porta delle Torri”, ampliamento del Piano Integrato di Intervento “Bindellera”), ed un centro commerciale all’interno del perimetro di un parco (il progetto Decathlon, che ricadrebbe all’interno del Parco Sovracomunale Est delle Cave, che comprende tutta la zona agricola ad est di Brugherio, più altre aree nel territorio dei Comuni di Carugate, Cernusco sul Naviglio, Cologno Monzese e Vimodrone), oltre a distribuire altre nuove costruzioni sul territorio.

La legge prevedrebbe che incontri di questo tipo servano per coinvolgere i cittadini e sentire il loro parere su argomenti che riguardano l’ambiente in cui vivono. Il 22 marzo le persone presenti nella Sala Consigliare erano molte, ma gli organizzatori hanno condotto l’Assemblea in modo che il pubblico non fosse assolutamente facilitato nella comprensione di quanto veniva esposto.

La serata è iniziata con una imbarazzante presentazione eseguita dall’Assessore all’Urbanistica  Caggiano (il Sindaco Ronchi non si è nemmeno degnato di venire), che ha avuto modo di dire che questo provvedimento viene portato avanti con urgenza (il termine ultimo per portarlo in Consiglio Comunale è il 31 marzo prossimo) per evitare il rischio di “inoperosità” per un lungo periodo. Come dire, siccome non sappiamo cosa fare di meglio, approviamo la collocazione sul territorio di Brugherio di nuove migliaia di metri cubi di edifici su aree attualmente libere. Proprio una bella idea!

Le aree interessate dalla "Variante accelerata"

Una volta udita tale introduzione, è seguita una spiegazione, per la verità un po’ troppo “tecnica”, da parte degli Uffici comunali; quindi sono arrivati molti interventi da parte del pubblico, tutti (eccetto un paio, provenienti da rappresentanti della maggioranza) contrari a questo processo di cementificazione che la Giunta sta portando avanti.

Hanno preso la parola sia privati cittadini, che alcuni esponenti delle forze politiche locali. Fra questi ultimi Renato Magni di Sinistra Ecologia e Libertà ha rammentato come il progetto della “Porta delle Torri” sia caratterizzato da un interesse pubblico bassissimo, mentre la maggior parte degli edifici sarebbero per residenze private;

Christian Canzi ha espresso la posizione di Brugherio Futura e della Federazione della Sinistra, evidenziando come la “Variante accelerata” al P.R.G. rappresenti solo una componente di una strategia complessiva di cementificazione del territorio che la maggioranza di centrodestra sta perseguendo, con l’obiettivo di occupare ogni spazio libero sul territorio comunale. Secondo B.F. e Fed. Sin., una volta completato quanto previsto dal piano Regolatore, Brugherio avrà raggiunto il suo sviluppo definitivo e, se si vuole garantire la qualità dell’ambiente, la salute e la qualità della vita dei cittadini, è necessario fin da subito conservare lo spazio attualmente inedificato, e raggiungere prima possibile l’obiettivo del consumo di suolo zero. Per tutti questi motivi, la “Variante accelerata”, che prevede costruzioni in aggiunta rispetto a quanto pianificato nel P.R.G., deve essere ritirata, ed il Comune dovrebbe provvedere a sviluppare  un Sistema dei Parchi che valorizzi e colleghi tutte le aree verdi del centro con percorsi ciclopedonali;

Marco Troiano, del Partito Democratico, ha evidenziato come fossero diverse le affermazioni fatte in campagna elettorale da parte del centrodestra, in merito agli interventi da realizzare nel centro cittadino. Per Troiano la fretta di approvare il documento di variante è dettata dal fatto che altrimenti la Giunta non saprebbe come affrontare il bilancio economico del Comune;

infine Nicola Vulpio, dell’Italia dei Valori, in sintonia con Brugherio Futura e Federazione della Sinistra, ha definito l’operazione intrapresa dall’Amministrazione come una svendita di territorio a beneficio di pochi operatori privati, intollerabile in una città con una percentuale di suolo urbanizzato superiore al 70%; anche secondo Vulpio, l’unico atto serio che la Giunta può fare, è ritirare la Variante.

Le repliche della maggioranza sono state contraddistinte dall’arroganza di chi non ha rispetto per la democrazia, e non ha intenzione di coinvolgere i cittadini nei processi decisionali che riguardano il futuro del posto dove essi vivono.

Gli esponenti della maggioranza che sono intervenuti hanno accusato chi ha espresso delle critiche di essere “ideologico” e di voler creare una polemica politica su un argomento che, secondo loro, è di natura tecnica. Come se possedere degli ideali e dei valori su cui orientare i propri comportamenti, le proprie scelte politiche, la propria vita fosse una colpa; come se ritenere che i cittadini abbiano il diritto di esprimere la propria opinione per orientare il governo della società in cui vivono fosse un difetto. Chi non ha ideali denigra e criminalizza chi ne ha, al fine di screditarlo.

Non convincono neanche un po’ le rassicurazioni di facciata e risposte elusive tentate dall’Amministrazione e dai suoi alleati; come se bastasse abbassare di qualche piano un grattacielo per rendere decente una espansione edilizia che rischia di raggiungere ogni porzione della nostra città.

Esse rappresentano la difesa di chi non ha argomenti per difendere le proprie scelte. Una difesa assurda e debole, opposta quasi con irritazione da chi vorrebbe che i cittadini non si occupassero di politica, e che, evidentemente, non lo facessero nemmeno i partiti ed i movimenti loro avversari.

Esse rappresentano l’esca del tranello teso dal Partito del Cemento nei confronti della cittadinanza: l’altezza delle torri, le dimensioni di un parcheggio o il volume di qualche edificio saranno la (finta) merce di scambio, le briciole da gettare al popolo per far credere che chi comanda sia magnanimo e lo ascolti, mentre intanto sta preparando la vera colata di cemento.

Si, l’aristocrazia compierà il suo piccolo sacrificio calcolato, dopo però questo popolo brontolone vorrà finalmente stare zitto, e lasciare che il Sindaco faccia i propri comodi, e finalmente costruisca tutto quello che gli pare e piace (Decathlon o qualche altro centro commerciale, “Porta sud”, “Porta nord”, progetto “Panda” e chissà cosa altro ancora)? Non vorrà mica continuare a pretendere, questo popolo egoista, che chi amministra pensi a tutelare l’ambiente e la salute pubblica? E agli interessi dei costruttori chi ci pensa?

Su tutto però, in questo momento prevale la fretta; a conclusione dell’incontro pubblico, la risposta del centrodestra alle sollecitazioni ed alle aperte critiche dei tanti che hanno preso la parola è stata che fra pochi giorni (prima della fine di marzo) la Giunta approverà la variante accelerata. L’Amministrazione ha praticamente ammesso che l’Assemblea è stata convocata per il solo motivo che vi erano dei precisi obblighi di legge, ma che, in realtà, di quello che pensano i cittadini a loro non interessa nulla.

La  messinscena cui tutti siamo stati costretti ad assistere possiede i chiari contorni di una presa in giro strafottente e prepotente, che suscita, giustamente, rabbia e sconcerto. I governanti di Brugherio hanno deciso sulla testa dei cittadini di sprecare il patrimonio pubblico per favorire dei privati, ma non hanno nessuna intenzione di spiegare agli elettori le loro reali intenzioni, né le motivazioni delle loro scelte. Vogliono costruire e basta. Hanno già deciso come, quanto, quando e probabilmente anche chi, ma non ritengono che questi aspetti siano affari che riguardino i brugheresi.

Noi crediamo che i cittadini non possano accettare un comportamento simile da parte di chi li governa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Sinistra News

Tutte le notizie dal mondo progressista

Single OFF Solitude

come sopravvivere in un mondo fatto in coppia

WordPress.com

WordPress.com is the best place for your personal blog or business site.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: