Skip to content

MARZORATI: SIAMO ALLA BEFFA FINALE

maggio 24, 2010

Riceviamo e pubblichiamo (ribadendo loro il nostro appoggio) un comunicato ricevuto dai lavoratori della Marzorati S.r.l. di Brugherio, che rischiano il licenziamento a causa di manovre speculative operate dai vertici aziendali.

La MARZORATI ha annunciato il subentro dell’azienda piemontese Curti. E contemporaneamente si è detta intenzionata a chiedere la MOBILITÀ per metà dei propri dipendenti: l’anticamera del LICENZIAMENTO. Guarda caso, si tratta degli addetti a settori vitali dell’attività, esperti delle tecnologie, dei clienti, del mercato; e sono proprio coloro che nell’ultimo anno si sono battuti per non smantellare l’azienda, che hanno dimostrato che non si trattava di un’azienda decotta, che le commesse di lavoro non mancavano, CHE LA CRISI INVOCATA ERA UN PRETESTO. Tant’è vero che il lavoro, dopo mesi di cassa integrazione, è ricominciato a pieno ritmo.

Questo è il secondo atto di una grande SPECULAZIONE sulla pelle dei lavoratori. Nel 2004 la Marzorati aveva ottenuto, tramite il comune di Brugherio, una variante del piano regolatore. Così l’area di via Dante, su cui allora sorgeva l’azienda, era diventata EDIFICABILE. In cambio, aveva garantito il mantenimento dell’occupazione e lo sviluppo dell’attività. Dopo di che, si era trasferita nell’attuale sede di via Talamoni. I SOLDI LA MARZORATI LI HA INTASCATI, I PALAZZI SONO STATI COSTRUITI, SOVVENZIONI E AIUTI LI HA PRESI, MA I PATTI NON SONO STATI RISPETTATI.

La sede dell'azienda, in via Don Luigi Talamoni, 23 a Brugherio

Questo è l’esito di un’operazione ingiustificabile dalla proprietà Marzorati, orchestrata insieme alla direzione aziendale. Ed è la BEFFA FINALE, IL PASSAGGIO VERSO UNA DISMISSIONE TOTALE. Infatti l’azienda subentrante, la Curti, ha pochissimi dipendenti in Italia: il grosso della sua attività è IN CINA. È inutile farsi illusioni: non si capisce perché un domani dovrebbe mantenere quel poco che resta del sito produttivo di Brugherio.

E’ una questione che riguarda non solo i lavoratori licenziati e quelli che rischiano di esserlo domani, ma anche LE ISTITUZIONI E I CITTADINI DI BRUGHERIO. Una lunga e importante storia industriale della nostra città viene DISTRUTTA DA PROPRIETARI DIVENTATI PALAZZINARI e da manager senza scrupoli, abituati ad APPROFITTARSI DELLA DELOCALIZZAZIONE del lavoro.

I LAVORATORI NON ACCETTERANNO QUESTA BEFFA

GIOCATA SULLA LORO PELLE.

MARZORATI, LE NOSTRE VITE VALGONO PIÙ DEI VOSTRI PROFITTI.

R.S.U. MARZORATI

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Sinistra News

Tutte le notizie dal mondo progressista

Single OFF Solitude

come sopravvivere in un mondo fatto in coppia

WordPress.com

WordPress.com is the best place for your personal blog or business site.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: