Skip to content

METROPOLITANA A BRUGHERIO, UN MIRAGGIO SEMPRE PIU’ LONTANO

ottobre 19, 2010

Nei giorni scorsi la stampa locale è tornata a trattare una notizia che purtroppo era già conosciuta da diversi mesi, e cioè che il prolungamento della Linea 2 della Metropolitana Milanese, che dovrebbe passare per Brugherio, e attraverso i comuni vicini raggiungere Vimercate, non si farà.

La conferma è arrivata ai primi di ottobre, quando il Viceministro dei Trasporti, il leghista Roberto Castelli, ha comunicato in Parlamento che non ci sono fondi per realizzare l’intervento. Se qualche mese fa la notizia era che lo Stato avrebbe coperto il 60% dei costi, mentre il restante 40% sarebbe rimasto a carico dei Comuni interessati (e già questo rappresentava una presa in giro), ora la situazione è tale per cui gli Enti Locali (quindi anche Brugherio) dovrebbero finanziare totalmente i 477 milioni di euro previsti dal progetto. Inutile dire che questa ipotesi non è neanche da prendere in considerazione, visto lo stato di difficoltà in cui si trovano i bilanci dei Comuni, a causa della drastica politica di tagli imposta proprio dall’esecutivo Berlusconi.

Un treno della linea 2 della Metropolitana Milanese

Non ci troviamo più nemmeno, come si diceva fino a qualche tempo fa, di fronte ad un Governo che elargisce i soldi con una mano e se li riprende con l’altra, ma piuttosto di uno che prende con una mano e pure con l’altra.

E che però trova il denaro per finanziare opere insensate, costose, pericolose e inutili come il ponte sullo stretto di Messina, la TAV, le centrali nucleari, o interventi militari in Afghanistan, con tanto di futuri bombardamenti aerei.

A sborsare quel denaro saranno sempre i cittadini, quelli stessi cittadini che continueranno a passare ore in coda in automobile per raggiungere Milano e per uscirne, ed a respirare i gas velenosi prodotti da quelle stesse automobili che sono costretti ad usare a causa della mancanza di un serio sistema di trasporti pubblici in Lombardia.

La Regione Lombardia non è da meno: se è vero che con l’ultima Legge Finanziaria il Governo ha tagliato 250 milioni di euro di trasferimenti per i trasporti alla Regione, è vero anche che, mentre Formigoni ha trovato le risorse per costruire la nuova, enorme, costosa, inutile sede dell’Ente (riempiendo la zona Garibaldi di Milano di grattacieli sacrificando anche un parco secolare, frutto di una donazione), non è stato in grado di recuperare quelle necessarie a garantire ai lombardi dei mezzi pubblici decenti. Il risultato è che sono previsti a breve dei rincari (dal 15 al 35%) nei costi dei biglietti ed abbonamenti dei treni regionali (quelli utilizzati dai pendolari), e la soppressione di alcune tratte e corse di treni, autobus, tram e metropolitana giudicate “meno frequentate” (dal 5 al 15%).

Chiaramente, gli amministratori regionali non si sono soffermati a pensare che, per qualcuno, i mezzi pubblici su quelle linee “sottoutilizzate” sono l’unico sistema per muoversi. Se il trasporto è pubblico, come è giusto che sia, deve provvedere prima di tutto a garantire un servizio adeguato a tutti i cittadini, soprattutto a quelli che non possono utilizzare (magari perché non se li possono permettere) mezzi di trasporto privati. Se ci troviamo in un periodo di crisi economica ed il denaro è scarso anche per le Regioni, queste dovrebbero pensare innanzi tutto a spenderlo per tutelare le fasce sociali più deboli, e migliorare la qualità della vita della collettività; i “monumenti” faraonici, che tanto piacciono a Formigoni, rappresentano un insulto al buonsenso.

E’ evidente che alla Giunta Regionale della Lombardia però queste cose non interessano. La logica e l’ideologia del profitto d’impresa, che dovrebbero essere estranee al settore pubblico, sono invece ciò che realmente muove l’azione politica ed amministrativa di Formigoni ed alleati.

Ci avevamo sperato tutti che il sistema della mobilità milanese e lombarda imboccasse la strada del futuro, e finalmente, potessimo contare su trasporti pubblici il cui livello si avvicinasse a quello delle grandi capitali europee. Purtroppo, ancora una volta, la classe dirigente berlusconiana-leghista privilegia le speculazioni immobiliari alle esigenze dei cittadini.

Si rinuncia alla possibilità di aumentare la qualità della vita delle persone, per garantire un ininterrotto flusso di denaro ai grandi gruppi economici, che lo incamerano ed utilizzano per moltiplicare le proprie ricchezze, badando bene a tenersele strette. Nessuna ricaduta positiva è prevista per la società.

In questo ennesimo esempio di sopruso (perché di questo si tratta) che a questi ultimi tocca subire, la cosa che suona più ridicola ed al tempo stesso suscita più rabbia è l’atteggiamento della Lega Nord, che nei comizi tuona improperi e volgarità contro “Roma ladrona”, inneggia al federalismo (o meglio, alla brutta copia che vorrebbe propinare agli italiani), al decentramento delle funzioni statali, e poi, nelle stanze del potere, collabora attivamente e volontariamente con i colleghi conservatori (il Popolo della Libertà e varie realtà simili) per depauperare i Comuni, cioè le Istituzioni locali, il territorio, la gente di tutte le risorse che servirebbero a garantirne non solo il buon funzionamento, ma addirittura la sopravvivenza.

Bossi ed i suoi uomini si ricordano del territorio solo quando si tratta di moltiplicare le Province, e con esse le poltrone dove accomodarsi. L’esempio più triste di questa politica sprecona è proprio la Provincia in cui si trova Brugherio. Monza e Brianza ha confermato quelle che erano le funeste aspettative di Brugherio Futura in termini di costi, inefficienza, inconsistenza dell’azione amministrativa, rimpallo di competenze con la vicina (e più importante, Provincia di Milano), disservizi per i cittadini.

La “nuova” Provincia esiste solo sulla carta e negli stipendi dei politici che la amministrano. Quando si tratta di giocare un ruolo in questioni come quella del prolungamento della metropolitana il suo contributo diviene nullo. Anzi, la frammentazione delle competenze con Milano non fa altro che rendere più complicato, e spesso irrisolvibile, ogni aspetto della gestione, anche quelli normalmente più semplici.

L’allungamento del percorso della linea verde era una delle grandi promesse in tempi di campagna elettorale (come l’abolizione delle Province, guarda caso); passate le elezioni, il centrodestra se ne è dimenticato (come dell’abolizione delle Province, guarda caso).

Nulla è stato fatto per sbloccare un progetto fermo da anni. Non si sono mossi né lo Stato, né la Regione Lombardia, né la Provincia di Monza e Brianza né il Comune di Brugherio. Queste Istituzioni sono tutte governate dal centrodestra, e non dovrebbero avere problemi a dialogare fra di loro. Se sono rimaste immobili, è segno che la questione Metropolitana per loro non è importante.

Per quanti anni ancora i cittadini dell’area a nord di Milano (e non solo loro) dovranno continuare ad invidiare il sistema di trasporti pubblici di Londra (414 km di rete metropolitana), Parigi (213 km), Barcellona (113 km), Stoccolma (108 km), Berlino (152 km),  solo per citare alcuni esempi fra le aree metropolitane che riescono a fare meglio di noi (Milano ha 75 km di rete metro, più 13 km di passante ferroviario, un sistema assolutamente insufficiente a servire le centinaia di migliaia di persone che ogni giorno gravitano sul capoluogo lombardo, e che sono nella maggior parte dei casi costrette a ricorrere all’automobile)?

La mobilità è un settore strategico per la vita di un territorio, oltre che per la sua economia. La pessima gestione di questo settore è uno dei motivi per cui la Lombardia, e l’Italia con lei, sta rimanendo sempre più indietro rispetto alle aree d’Europa più all’avanguardia, moderne e dinamiche.

Annunci
5 commenti leave one →
  1. rossana permalink
    ottobre 30, 2010 12:03 pm

    Scusate, nella sostanza il Vs/ ragionamento può anche essere giusto ma fate della demagogia fuori luogo ad incolpare totalmente il centro destra perchè adesso governa<1 Il problema dei trasporti non c'è solamente da quando Regione Provincia e Brugherio sono governate dal centro destra e quindi da pochi anni ! E' un problema che ESISTE DA SEMPRE e mi sembra che le amministrazioni di sinistra che ci sono sempre statein precedenza non abbiano risolto un accidente nemmeno loro !!! Siamo seri…..

    • brugheriofutura permalink*
      ottobre 30, 2010 1:04 pm

      E’ vero che il problema esiste da sempre. E’ anche vero che il centrodestra governa la Lombardia da più di 15 anni, quindi non da poco tempo. Il prolungamento della metropolitana verso Brugherio ha iniziato a concretizzarsi (almeno in termini di identificazione del tracciato) verso il 1999/2000. In campagna elettorale viene utilizzato sempre come argomento di propaganda, poi viene accantonato. In questo periodo, tanto a livello nazionale, che regionale ha governato soprattutto il centrodestra. Qualche mese fa erano apparsi dei manifesti (con i simboli di PdL e Lega Nord) che celebravano il fatto che era stato presentato il progetto del prolungamento della linea 2. Ora si scopre che i soldi non ci sono; dal momento c’erano evidenti segnali in tal senso già prima, quei manifesti appaiono come un’autocelebrazione inutile, quasi una presa in giro. Noi avevamo sempre detto che la nascita della Provincia di Monza e Brianza avrebbe contribuito a rendere più difficile la realizzazione del prolungamento, perché suddividendo artificiosamente il territorio, avrebbe moltiplicato i conflitti di competenze ed i costi; così in effetti è stato. Però le Province continuano ad aumentare, nonostante in campagna elettorale tutti si fossero impegnati ad abolirle. Raccontare queste cose non crediamo sia demagogia, quanto piuttosto una semplice cronaca dei fatti

Trackbacks

  1. LA FAVOLA DELLA METROPOLITANA « Brugherio Futura Blog
  2. PISAPIA: LA METROPOLITANA NON SI RIESCE A FARE PER COLPA DELLA PROVINCIA DI MONZA « Brugherio Futura Blog
  3. LINEA 2 DELLA METROPOLITANA: … PROLUNGAMENTO A PASSO DI GAMBERO | Brugherio Futura Blog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Sinistra News

Tutte le notizie dal mondo progressista

Single OFF Solitude

come sopravvivere in un mondo fatto in coppia

WordPress.com

WordPress.com is the best place for your personal blog or business site.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: