Skip to content

NON ARRENDIAMOCI ALLO SQUALLORE

gennaio 25, 2011

Dover scrivere degli scandali sessuali che interessano Silvio Berlusconi è per noi un’attività sgradevole, per non dire penosa.

Noi siamo fra quelli che ritengono che la politica dovrebbe occuparsi di cose più importanti delle pulsioni sessuali di un ultrasettantenne incapace di accettare la propria senescenza, e che, probabilmente, il bombardamento mediatico riguardante Ruby e le sue “colleghe” che tutti gli italiani stanno subendo, alla lunga finisca con il distrarre l’attenzione di questi ultimi da fatti cruciali per la vita Paese.

Riteniamo anche che la stessa massa di informazioni (o presunte tali) rischi di distorcere la visione di quello che dovrebbe essere l’aspetto centrale di tutta la questione legata al caso Ruby, che invece non è affatto cosa diversa e slegata da quei fatti cruciali cui accennavamo prima.

Ed è per questo motivo che ci sentiamo di condividere le nostre riflessioni. E queste ultime ci portano a dire che le cose che, come cittadini, ci devono interessare, non sono i particolari scabrosi e squallidi dei festini ad Arcore o a Villa Certosa. Quello che ci deve inorridire e deve suscitare il nostro sdegno è ciò che sta a monte di tali episodi, è il degrado che ne ha costituito il terreno fertile.

Chiunque possa dire di essere un cittadino onesto non può non provare una rabbia profonda nel constatare come, in quindici anni, Berlusconi (con la complicità di chi lo ha aiutato o non lo ha voluto fermare quando ne ha avuto l’opportunità) sia riuscito a corrompere l’intero tessuto culturale, sociale e morale di una nazione.

Illustrazione raffigurante un satiro

Perché il vero problema è questo. Il fatto di aver lasciato che un personaggio del genere plasmasse in modo perverso la cultura del Paese, rendendo dominante la mentalità che vede nel possesso delle “cose”, nelle esteriorità, nel culto dell’immagine, nelle futilità elevate a rango di filosofia di vita, gli unici modelli di riferimento, gli unici obiettivi cui una persona debba aspirare, gli unici simboli del successo. Un successo per il cui raggiungimento è giustificato il sacrificio di qualunque cosa: principi, valori, affetti, dignità.

Se oggi le nostre televisioni ed i giornali sono riempiti dalle immagini di giovani donne disposte a compiacere le voglie di vecchi satiri per conquistare un posto in questo teatrino grottesco, ciò accade perché si è lasciato che un’oligarchia di parassiti trasformasse il proprio malcostume in sistema.

E’ contro questa condizione che i cittadini onesti devono trovare uno slancio di ribellione. Perché è solo da un simile impulso, che per il Paese, per la nostra società, può giungere la salvezza.

Ha ragione Concita De Gregorio quando scrive:

Non può essere un’inchiesta della magistratura a decretare la fine del berlusconismo, dobbiamo essere noi. E non può essere la censura dei suoi vizi senili a condannarlo, né l’accertamento dei reati che ha commesso: dei reati lasciate che si occupi la magistratura, i vizi lasciate che restino miserie private.

Quel che non possiamo, che non potete consentire è che questo delirio senile di impotenza declinato da un uomo che ha i soldi – e come li ha fatti, a danno di chi, non ve lo domandate mai? – per pagare e per comprare cose e persone, prestazioni e silenzi, isole e leggi, deputati e puttane portate a domicilio come pizze continui ad essere il primo fra gli italiani, il modello, l’esempio, la guida, il padrone. “

Spetta a noi tutti il compito di chiudere definitivamente la pagina del berlusconismo. Possiamo e dobbiamo darci da fare tutti i giorni, con i nostri comportamenti ed i nostri gesti quotidiani, con la nostra partecipazione alla vita pubblica, con le scelte che compiamo quando andiamo a votare. E’ la sfida che dobbiamo vincere per risollevare l’Italia. 

In caso contrario l’alternativa è il bunga bunga.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Sinistra News

Tutte le notizie dal mondo progressista

Single OFF Solitude

come sopravvivere in un mondo fatto in coppia

WordPress.com

WordPress.com is the best place for your personal blog or business site.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: