Skip to content

27 GENNAIO, GIORNATA DELLA MEMORIA

gennaio 27, 2011

IL DOVERE DELLA MEMORIA

“L’esperienza di cui siamo portatori noi superstiti dei Lager nazisti è estranea alle nuove generazioni dell’Occidente, e sempre più estranea si va facendo mano a mano che passano gli anni. (…) Per noi parlare con i giovani è sempre più difficile. Lo percepiamo come un dovere, ed insieme come un rischio: il rischio di apparire anacronistici, di non essere ascoltati. (…)

È avvenuto, quindi può accadere di nuovo: questo è il nocciolo di quanto abbiamo da dire”.

(Primo Levi “I sommersi e i salvati”, pp. 163-164)

 

 

PRIMA VEBBERO PER GLI EBREI

Prima vennero per gli ebrei

e io non dissi nulla perché

non ero ebreo.

Poi vennero per i comunisti

e io non dissi nulla perché

non ero comunista.

Poi vennero per i sindacalisti

e io non dissi nulla perché

non ero sindacalista.

Poi vennero a prendere me.

E non era rimasto più nessuno

che potesse dire qualcosa. 

 

Martin Niemoeller

Pastore evangelico deportato a Dachau

Annunci
2 commenti leave one →
  1. Franco Previtali permalink
    gennaio 30, 2011 1:28 pm

    Care lettrici e cari lettori di questo brillante blog,
    la citazione di B.Brecht nella Giornata della Memoria è quanto mai opportuna, sia per non dimenticare gli orrori del nazifascismo, ma sia anche per trarre insegnamenti per l’oggi che stiamo vivendo.

    E’ di grande importanza ricordare ai giovani ed ai meno giovani cosa fu lo sterminio di ebrei, rom, omosessuali, comunisti, oppositori vari, perpetrato da Hitler, con l’appoggio e la partecipazione di Mussolini e la tacita connivenza di tante figure politiche. Portò al massacro di almeno 6 milioni di persone, oltre a torture, deportazioni, discriminazioni. Un orrore della storia, che vorremmo tutte e tutti non si ripetesse mai più.
    Ma in questa occasione mi sembra urgente e indispensabile rilevare come i germi dell’odio razzista e xenofobo non stiano soltanto nei guppi nazifascisti colpevolmente tollerati o addirittura coperti dalle forze politiche che oggi stanno al governo.
    Infatti, da quasi 30 anni assistiamo, in Italia, nella Repubblica nata dai e sui valori della Resistenza antifascista, alla crescita del consenso elettorale e al parallelo dilagare nel nord-italia della infezione sub-culturale di cui è artefice la Lega (nelle sue varianti Nord, Veneta, ecc.). Oltre al degrado culturale che leghismo e berlusconismo hanno indotto nel Paese, le mille forme del razzismo e della xenofobia sono state veicolate dalla Lega, che ha dato “dignità culturale” (!) alle peggiori pulsioni latenti in taluni settori dell’elettorato del nord-italia. Oggi il neofascismo non ha solo l’aspetto delle teste rasate, che in spregio alle leggi vigenti, inneggiano pubblicamente al duce ed al fascismo. Esso si cela (ma spesso affiora chiaraente; vedi borghezio, salvini e simili) sotto le sembianze di un partito che, mirando alla secessione, finge di voler moralizzare la cosa pubblica, illude cianciando di riduzione delle tasse e di lotta agli sprechi, mette gli uni contro gli altri operai e immigrati, facendo abilmente scivolare in secondo piano la contraddizione capitale-lavoro.
    Vorrei non si dimenticasse che la Lega è il nuovo fascismo del “profondo nord”, versione italiana del fascismo piccolo-borghese del sud degli stati uniti. La Lega incita all’odio etnico, agita i fantasmi di una superiorità (!) padana, commette reati che restano impuniti: raid con incendi nei campi nomadi, apologie di reato, vilipendio alle istituzioni, creazione di corpi paramilitari (camicie verdi).
    Di fronte alle sue malefatte si ironizza troppo e non si procede adeguatamente con l’applicazione delle leggi vigenti nei loro confronti.
    Il degrado ideologico che questa forza ha innescato in molti settori sociali richiede una grande attenzione e soprattutto una continua analisi e denuncia sulle analogie che accomunano fascismo e leghismo. Questo vorrei che oggi venisse ricordato, riscontrando le molte analogie con i tempi bui dell’avvento del fascismo e del nazismo.
    Cari saluti
    Franco Previtali

    • brugheriofutura permalink*
      febbraio 1, 2011 7:31 pm

      Grazie per il bellissimo contributo, che condividiamo in pieno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Sinistra News

Tutte le notizie dal mondo progressista

Single OFF Solitude

come sopravvivere in un mondo fatto in coppia

WordPress.com

WordPress.com is the best place for your personal blog or business site.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: