Skip to content

LA PROVINCIA DEI TRENI PERSI

gennaio 27, 2011

Da diversi giorni, sull’home page del sito internet del Giornale di Monza, sono presenti due sondaggi, cui i lettori del periodico sono invitati a partecipare. Entrambi, strettamente collegati l’uno all’altro, riguardano il gradimento riscontrato dalla Provincia di Monza e Brianza, ad un anno e mezzo dalla sua nascita.

In particolare il primo chiede:

Siete dell’idea che la Provincia si sia rivelata utile o pensate sia un Ente da abolire? 

Risultati

Utile: 25.3%

Da abolire: 74.7%

Il secondo invece è:

Il 7 giugno dello scorso anno veniva eletto il primo Consiglio provinciale di Monza e Brianza. Come giudicate questo primo anno dell’Amministrazione targata MB?

Risultati

Scarso: 58.8%

Insufficiente: 25%

Sufficiente: 8.8%

Buono: 6.3%

Ottimo: 1.3%

 
 

Il territorio della Provincia di Monza e Brianza

Sappiamo tutti che un sondaggio per essere veritiero deve essere condotto secondo criteri precisi stabiliti dalle scienze statistiche. Per quanto concerne l’indagine in questione, non abbiamo nessuna informazione in merito al modo secondo cui sia stata eseguita, quindi non possiamo assegnarle un valore troppo elevato, né una affidabilità certa.

 E’ però vero che, se anche i lettori di un periodico tradizionalmente vicino alla parte politica che amministra la Provincia di Monza e Brianza, giudicano che l’Ente sia da abolire (quasi il 75% dei votanti), e per di più forniscono una valutazione fortemente negativa della Giunta Allevi (83,8%, sommando chi considera “scarso” e chi “insufficiente” l’operato dell’Amministrazione Pdl – Lega Nord), questo probabilmente significa che i cittadini hanno iniziato a rendersi conto che, a Monza e Brianza, più di una cosa non funziona.Le promesse del centrodestra sulla riduzione della burocrazia e l’aumento dei servizi non sono state mantenute, e Monza è sempre più lontana dai luoghi dove vengono prese le decisioni importanti.

Ne è la prova la vicenda del prolungamento della linea 2 della Metropolitana Milanese, che non verrà realizzato a causa del fatto che il Governo Berlusconi non vuole spenderci soldi e la Provincia brianzola ed i Comuni interessati non hanno i milioni di euro che servirebbero per portare a termine l’opera.

Noi di Brugherio Futura avevamo intercettato le preoccupazioni ed il malcontento di numerosi cittadini che avevano compreso che la buona amministrazione del settore pubblico si trova in tutt’altra direzione (una direzione metropolitana, ispirata a ciò che avviene nel resto d’Europa, una direzione che punta all’unione ed al coordinamento piuttosto che alle divisioni). Dispiace constatare che i timori, nostri e di tante persone, concernenti Monza e Brianza si stanno, uno dopo l’altro, dimostrando fondati.

Chissà dove sono finite le proposte di cancellazione delle Province apparse numerose nel corso della campagna elettorale per le politiche 2009? Sarebbe il momento giusto di riprenderle in mano, ed iniziare a lavorarci.

Questo però potrebbe accadere solo se i politici che le hanno formulate fossero realmente interessati al bene comune. Purtroppo invece, pare che abbiano altro a cui pensare. Ora come sempre. 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Sinistra News

Tutte le notizie dal mondo progressista

Single OFF Solitude

come sopravvivere in un mondo fatto in coppia

WordPress.com

WordPress.com is the best place for your personal blog or business site.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: