Skip to content

L’EREDITA’ DI VITTORIO ARRIGONI. RESTIAMO UMANI

aprile 16, 2011

Vittorio Arrigoni è stato ucciso.

E, prima che qualche politico ultraconservatore o qualche giornalista servo del potere offenda la sua memoria e l’intelligenza di ogni persona di buon senso con affermazioni del tipo “è tutta colpa di Al Quaeda”; “sono i rischi di chi lavora in zone turbolente del pianeta”; “se l’è cercata perché ha dato cercato di dare una mano ai palestinesi che sono tutti terroristi e guarda come l’hanno ripagato”, stabiliamo subito una volta per tutte che a queste idiozie non ci crediamo, che il solo sentirle ci ripugna e che tutti gli indizi, i riscontri e prove dicono che il giornalista-blogger italiano è stato ucciso da un gruppo di criminali sedicenti “salafiti”, che in realtà sono paramilitari del mossad (il servizio segreto israeliano).

Vittorio è stato assassinato perché aveva la “colpa” di raccontare la verità sui crimini che Israele sta compiendo contro la popolazione palestinese della striscia di Gaza.

Lui, come Anna Politkovskaja, come Ilaria Alpi e Miran Hrovatin, come Peppino Impastato, come tanti, troppi altri, è stato trucidato perché aveva il coraggio di svelare al mondo la barbarie dei despoti e dei mercanti di morte; perché aveva la tenacia di continuare a lavorare, a proprio rischio e pericolo, per lacerare la coltre di bugie, disinformazione, complicità ed indifferenza che ricopre certi luoghi della terra dove l’avidità, la prepotenza, i loschi traffici del potere corrotto si intrecciano e mischiano in un coagulo cupo e opprimente.

E’ grazie a uomini come Vittorio se un po’ di luce riesce a trapelare nel buio. Se possiamo avere un’idea di cosa vuol dire per un popolo essere assediato (nella propria terra), affamato da un embargo crudele, vessato dalle angherie di un “vicino di casa” guerrafondaio e criminale, lo dobbiamo a lui. Lui è uno di quelli che ha mostrato e raccontato Gaza al mondo. E che ha profuso sforzi, energie, denaro per aiutare il popolo palestinese; i bambini, soprattutto.

Vittorio Arrigoni: il suo impegno era rivolto in particolare ai bambini

Vittorio aveva ben chiara la differenza fra antisionismo e antisemitismo. Vittorio non odiava gli israeliani; semmai, odiava la violenza del governo di estrema destra che sta guidando quel Paese verso il male, rendendolo sempre più simile a quella Germania nazista, antico carnefice degli ebrei.

Si batteva perché le ragioni dei potenti non prevalessero su quelle delle persone normali, delle persone per bene, che sono le prime vittime della malvagità dei tiranni.

E allora noi, tutti noi che siamo colti da sdegno e ira vedendo quello che è successo, e siamo stufi di vedere cadere i giusti per mano di quei tiranni, cosa possiamo fare? Dobbiamo cedere alla logica della prevaricazione? Dobbiamo arrenderci e prendere atto che quello che abbiamo di fronte è l’unico modo in cui il mondo potrà mai andare?

No, non dobbiamo. E, ancora una volta, persone come Vittorio possono esserci di esempio. Lui non si è mai lasciato prendere dallo sconforto, né dalla rabbia e dall’odio. Lo dice quella sua frase, che è anche il titolo di un suo libro: “Restiamo umani”.

Ernesto Che Guevara ha scritto: “ Se io muoio non piangere per me, fai quello che facevo io e continuerò vivendo in te. „

E allora noi possiamo fare questo. Possiamo fare nostro il lavoro di Vittorio e diffonderlo, farlo circolare, distribuirlo, regalarlo. Possiamo diventare noi tutti veicoli di informazione. Possiamo far circolare idee in un’epoca dove regnano gli slogan. Ogni pezzo di verità restituito al mondo, sarà un colpo inferto al mostro.

“ Se io muoio non piangere per me, fai quello che facevo io e continuerò vivendo in te. „ E. Che Guevara

“Non siamo pochi, siamo tanti, e possiamo davvero contare, credetemi. Confido in voi, che confidate in me…”

Sono parole di Vittorio, e dovremmo marchiarle a fuoco nella nostra mente, perché rappresentano la chiave per cambiare le cose.

Restiamo umani.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Sinistra News

Tutte le notizie dal mondo progressista

Single OFF Solitude

come sopravvivere in un mondo fatto in coppia

WordPress.com

WordPress.com is the best place for your personal blog or business site.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: