Skip to content

DISCARICHE ABUSIVE: SI POSSONO EVITARE?

agosto 28, 2011

Girando per Brugherio nelle ultime settimane sarà capitato forse anche a voi di imbattervi in qualche discarica abusiva.

E’ un fenomeno purtroppo frequente e non solo a Brugherio. In questo articolo vi proponiamo le immagini che abbiamo scattato nella zona industriale di via Talamoni.

Discariche come queste rappresentano un conto da più punti di vista. Oltre all’evidente impatto estetico ed in alcuni casi igienico (che può rappresentare anche un danno per l’immagine di un’azienda se i rifiuti vengono abbandonati nella vicinanza della sua sede, come nel caso di queste immagini) esse rappresentano un costo ambientale, perché normalmente risulta impossibile differenziare i rifiuti abbandonati, che quindi non possono essere riciclati e rappresentano un “spreco” di materie altrimenti recuperabili. Questo genera un costo economico per i cittadini, in quanto tocca al Comune raccogliere e smaltire questi materiali e, in genere, lo smaltimento dei rifiuti indifferenziati costa di più rispetto a quello dei materiali correttamente separati. I cittadini quindi pagano di tasca loro a causa del cattivo comportamento di pochi.

La riflessione che vogliamo allora fare è questa: non sarebbe conveniente per tutti se il Comune definisse ed attuasse una strategia di intervento continuo e puntuale di controllo e monitoraggio del territorio, con l’ausilio della Polizia Locale in azione coordinata con CEM (la S.p.A. pubblica che gestisce la raccolta e smaltimento rifiuti), al fine di eliminare il problema degli scarichi abusivi di rifiuti?

Come si vede nelle immagini la maggior parte di essi è caratterizzato dalla presenza di rifiuti di tipologie ben precise (macerie, mobili, elettrodomestici). Ciò lascia pensare che si tratti di rifiuti derivanti dall’attività di piccole imprese, che invece di servirsi dei normali canali di conferimento dei rifiuti derivanti dal proprio lavoro, considerano più “comodo” scaricarli per strada, danneggiando in questo modo la collettività.

Con un controllo costante da parte della Polizia Locale nei siti più “a rischio”, magari utilizzando il supporto che le moderne tecnologie possono fornire sarebbe probabilmente possibile scoraggiare l’abbandono illegale dei rifiuti, e con qualche piccola attività di indagine sui materiali scaricati si potrebbe forse anche risalire ai responsabili.

Si tratta di un’attività che richiede sicuramente di essere attuata con costanza, dedicandovi un’adeguata dotazione organica per un’adeguata quantità di tempo, però può portare a buoni risultati sia per il nostro ambiente, che per le casse comunali.

Secondo noi il Comune non può rinunciare a sfide come queste, ma deve al contrario misurarcisi ogni giorno.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Sinistra News

Tutte le notizie dal mondo progressista

Single OFF Solitude

come sopravvivere in un mondo fatto in coppia

WordPress.com

WordPress.com is the best place for your personal blog or business site.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: