Skip to content

RONCHI, LA MAGGIORANZA LITIGIOSA, DECATHLON E LE GITE ALL’ESTERO

settembre 15, 2011

La pausa estiva non è servita a rasserenare gli animi all’interno della maggioranza di centrodestra che governa Brugherio.

Il 1 agosto scorso il Popolo della Libertà ha protocollato in Comune una lettera firmata dai vertici del cittadini del partito in cui viene chiesto al Sindaco di reintegrare Massimo Pirola nel ruolo di Assessore ai Lavori Pubblici aggiungendo che, in caso contrario, il partito sfiducerebbe ufficialmente Ronchi. Quest’ultimo si è preso più di un mese di tempo poi, la scorsa settimana, ha risposto anch’egli per lettera, dichiarando che non ha nessuna intenzione di restituire la delega a Pirola, verso il quale prova “la totale mancanza di fiducia politica”. A questo punto, se il Pdl dovesse dare seguito all’ultimatum, dovrebbe presentare una mozione di sfiducia verso il Sindaco. Lo fara?

Nelle ultime settimane i litigi sono continuati e sono addirittura saltate due riunioni della Giunta. Gli assessori del Pdl accusano il Sindaco Ronchi di averle boicottate apposta all’ultimo momento, mentre lui replica che non è potuto essere presente per impegni urgenti. In precedenza, pare che un incontro fra Ronchi ed il Coordinatore provinciale del Pdl (avente per argomento principale proprio l’assegnazione dell’Assessorato vacante) si sia trasformato in una lite conclusasi ad insulti. In compenso però gli ex dissidenti (da cinque rimasti in tre) ora spalleggiano il Sindaco … e anche il Pdl! Cioè non sono più dissidenti (o lo sono solo in parte?) e si esibiscono nell’antica arte di dare un colpo al cerchio ed uno alla botte. Forse perché qualcuno di loro aspira al posto che fu di Liserani e di Pirola?

In ogni caso questo atteggiamento ha fatto arrabbiare alcuni loro colleghi azzurri, e si sono verificate nuove schermaglie.

Qualunque sia la verità, è chiaro che il clima è rovente e non sembra esserci volontà di fare passi indietro né da parte dei berlusconiani né da parte dei leghisti. Se ci fosse un minimo di attenzione rivolta ai problemi di Brugherio, i due partiti riuscirebbero a mettersi d’accordo almeno per organizzare le sedute della Giunta che, in caso di necessità, possono tenersi anche in assenza del Sindaco; occorre però che ci sia un rapporto di fiducia fra lui, i suoi assessori, i membri della maggioranza. Evidentemente così non è. Non si fidano gli uni degli altri, e sono talmente impegnati a farsi dispetti fra loro da dimenticarsi di tutto il resto. Come al solito questo atteggiamento irresponsabile si ripercuote sui cittadini.

La città è ancora senza assessore ai Lavori Pubblici, ci sono un Piano Scuola ed un Piano di Governo del Territorio da approvare, c’è una manovra economica del Governo nazionale che riverserà sugli Enti Locali l’austerità voluta da Tremonti e che causerà tagli ai servizi … e loro pensano ad azzuffarsi.

Il rischio peggiore è che, per la volontà di rimanere attaccati alle poltrone, proseguano campando alla giornata, trovando accordi di comodo, approvando di volta in volta provvedimenti raffazzonati che fanno più male che bene. Le esigenze della città subordinate a quelle dei partiti, delle lobbies, dei singoli esponenti politici.

Ne è un esempio la questione Decathlon, unica occasione in cui la maggioranza sembra essere d’accordo. A loro non importa se questo progetto che devasterebbe il territorio brugherese senza fornire nessun vantaggio alla città vede contrari cittadini, associazioni, forze politiche, Comuni limitrofi, Provincia di Milano, Provincia di Monza e Brianza e Regione Lombardia. Il Sindaco ed il centrodestra non badano a quello che pensano gli altri; l’ultima trovata che è venuta loro in mente è quella di organizzare un viaggio in Francia, vicino a Marsiglia, per alcuni rappresentanti di maggioranza ed opposizione, al fine di visitare il centro commerciale della Decathlon che dovrebbe fungere da modello per quello che la multinazionale vorrebbe realizzare a Brugherio.

Ronchi spera in questo modo di convincere anche gli scettici a dire sì al progetto. La minoranza ha comunque già declinato l’invito, quindi se il viaggio si farà, sarà una gita all’estero fra politici che la pensano allo stesso modo e non hanno bisogno di essere convinti.

L’utilità di un espediente del genere sarebbe quantomeno dubbia anche se alla trasferta partecipasse l’opposizione, dal momento che per accertare la negatività del progetto è sufficiente avere un po’ di conoscenza del territorio dove esso andrebbe collocato, e leggere la documentazione che costituisce il progetto stesso.

Se poi il viaggio dovesse essere effettuato fra soli esponenti della maggioranza, tutti già favorevoli a costruire, allora la faccenda sfocerebbe nel ridicolo.

A parte il fatto che viene da chiedersi chi pagherà questo viaggio, si rimane sconcertati sia per la testardaggine con cui il Sindaco insiste a voler proporre un intervento urbanistico dannoso (e dai più riconosciuto come tale), sia per la distanza che lui ed i suoi alleati dimostrano di avere dalla città reale, dai suoi problemi e dalle sue necessità. Invece di dedicarsi a tali problemi e tali necessità, quando non litigano fra di loro, pensano ad organizzare gite oltralpe.

Brugherio Futura ribadisce che questa Amministrazione non è in grado di guidare Brugherio, quindi dovrebbe dimettersi.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Sinistra News

Tutte le notizie dal mondo progressista

Single OFF Solitude

come sopravvivere in un mondo fatto in coppia

WordPress.com

WordPress.com is the best place for your personal blog or business site.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: