Skip to content

TU CHIAMALE, SE VUOI … LE MOZIONI

ottobre 7, 2011

Finalmente al capolinea!!!

Siamo arrivati finalmente; il carrozzone si ferma e … via tutti a casa!

Ci sarebbe da festeggiare e lo faremmo volentieri se, per nostra natura, non fossimo sempre così diffidenti (a ragion veduta, viste le precedenti esperienze) verso gli attori di questa farsa tragicomica che è stata l’Amministrazione di Brugherio negli ultimi due anni.

Ma andiamo con ordine.

Il Pdl compatto (eccezion fatta per Giuseppe Valentino) ha presentato una mozione di sfiducia nei confronti del Sindaco, quel Maurizio Ronchi che nel 2009 era stato candidato ed appoggiato dalla coalizione di cui lo stesso partito berlusconiano è parte.

La voce si è sparsa in un baleno nella giornata di ieri. Si sa, le buone notizie corrono veloci e accendono speranze. Tant’è che i “sostenitori della Buona Politica” hanno salutato con gioia la decisione dei signori della maggioranza di porre fine all’indecoroso spettacolo della loro litigiosa gestione.

La mozione presentata, che adduce a pretesto la relazione della Commissione d’Inchiesta sul Comparto D2.2 di Baraggia (leggi anche QUI) a cui non sarebbe seguita la necessaria azione procedurale, è stata  firmata anche dal consigliere dell’IDV Giuseppe Calabretta mentre l’intero gruppo del PD si è tenuto ben lontano dalla tentazione di apporre firme sottoscriventi una sfiducia al Sindaco (non si sa mai, potrebbe diventare troppo evidente e magari anche incisivo lo svolgimento del loro compito di Consiglieri di opposizione).

La verità però non è certo contenuta tutta in quelle poche righe, almeno per quel che riguarda i consiglieri del Pdl.

E’ la storia recente a parlarci in ben altra lingua, e raccontarci di litigi tra diversi contendenti di un unico boccone: Brugherio.

E’ dal giorno dell’insediamento che ci intrattengono con lo spettacolo dei loro dissidi a cui seguono strane, inspiegabili (ai più) riappacificazioni.

Ora forse hanno tirato un po’ troppo la corda, forse si è giunti ad un punto di non ritorno in questo braccio di ferro.

Ora forse non è più sufficiente rifare i conteggi e ridividere la torta per mettere a tacere il malcontento di qualcuno. E allora si spinge sull’acceleratore, si tenta il coupe de teatre. E qui la nostra già citata diffidenza ci porta a fare delle analisi prima di “dare fiducia ad una mozione di sfiducia”.

Innanzitutto diciamo chiaramente che per avere la certezza di un nuove elezioni occorre che la “Mozione” arrivi in Consiglio Comunale, cosa non scontata perché può essere ritirata in qualunque momento precedente alla seduta. Una volta arrivata in Consiglio poi, deve essere sottoposta al voto e ottenere la maggioranza.

Ma cosa può accadere nel frattempo?

Esiste una, seppur remota, possibilità che la mozione sia stata presentata (nelle intenzioni del Pdl) al solo scopo di forzare la mano per ottenere in tempi brevi il soddisfacimento di quelle richieste che il Sindaco non vuole accontentare (ad esempio licenziamento del city manager o reintegro dell’assessore Pirola), minacciando in maniera concreta, e non solo a parole come è avvenuto fino ad oggi, la caduta della Giunta; va da sé che, trattandosi di una minaccia, il Pdl resti in attesa di un qualunque cenno di ravvedimento da parte del primo cittadino, in modo da intavolare nuove trattative con cui ricondurre Ronchi a più miti consigli offrendogli in cambio il ritiro della mozione ed un nuovo appoggio.

Bisogna però tener conto che la mozione è stata cofirmata dal Consigliere dell’IDV che speriamo, in caso di ritiro della mozione stessa, continui per la strada intrapresa.  

Secondo la normativa vigente, sono necessarie le firme di due quinti dei consiglieri eletti per poter presentare una “Mozione di sfiducia” (art. 36 dello Statuto del Comune); in caso di dietro front del Pdl, Calabretta non potrà continuare ad agire da solo. Potrà però, e auspichiamo lo faccia, pretendere spiegazioni, con una discussione in Aula dove si trattino le motivazioni di tutto questo teatrino, se non altro per far emergere l’ennesima manfrina.

Ci sembra poi opportuno considerare che sarebbe un errore sottovalutare la portata delle reazioni del Sindaco e del suo braccio destro, alter ego e city manager Claudio Sarimari, il quale sicuramente conosce bene il funzionamento della macchina politica ed in questo momento starà pensando ad adeguate contromosse per non lasciare il potere che gli conferisce il suo ruolo.

Insomma, chiediamo venia non vogliamo essere disfattisti, ma lo spumante lo stapperemo solo quando avremo la certezza dell’approvazione della mozione. Ed allora scorrerà a fiumi.

Per il momento vi segnaliamo solo che, in merito a sfiducie interne, il Pdl vanta precedente famoso: la Signora. Mariastella Gelmini è stata sfiduciata e espulsa dal Consiglio Comunale di Desenzano del Garda per manifesta incapacità a ricoprire il ruolo assegnatole ……. ed ora è Ministro della Repubblica.

 Art. 36 dello Statuto del Comune di Brugherio: Mozione di sfiducia
1. Il Sindaco e la Giunta cessano dalla carica in caso di approvazione di una mozione di sfiducia votata per appello nominale dalla maggioranza assoluta dei componenti il Consiglio. La mozione di sfiducia deve essere motivata e sottoscritta da almeno due quinti dei Consiglieri assegnati, non computando a tal fine il Sindaco, e viene messa in discussione non prima di dieci giorni e non oltre trenta giorni dalla sua presentazione.

L’approvazione della mozione di sfiducia comporta lo scioglimento del Consiglio.

 

 

Annunci
2 commenti leave one →
  1. ottobre 8, 2011 12:52 am

    Mai il PD potra sfiduciare il DG. Chi poi sostiene la coop 25 aprile e i suoi debiti fatti per la gestione ballerina del Circolo ecc

Trackbacks

  1. A VOLTE E’ TRISTE AVERE RAGIONE « Brugherio Futura Blog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Sinistra News

Tutte le notizie dal mondo progressista

Single OFF Solitude

come sopravvivere in un mondo fatto in coppia

WordPress.com

WordPress.com is the best place for your personal blog or business site.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: