Skip to content

POST IT: pesca nel lago di Parco Increa – continue irregolarità

novembre 11, 2011

Vi invitiamo a visionare il breve video che pubblichiamo qui sotto, che evidenzia con chiarezza come nel lago di Parco Increa, vi siano frequenti episodi di campeggio e pesca in violazione dei regolamenti.

Il fatto di aver concesso la possibilità di pescare nel lago costituisce già di per sé un danno per l’ambiente; se poi non vengono nemmeno rispettate le poche regole stabilite dal Comune, la questione diventa anche un problema di legalità.

Evidentemento però, all’Amministrazione Ronchi la legalità interessa solo in campagna elettorale.

Annunci
8 commenti leave one →
  1. novembre 14, 2011 6:56 pm

    Faccio parte di quelli che fanno quel genere di pesca chiamato Carpfhishing e non mi sento affatto un criminale. Essendo parte coinvolta posso assicurare che quasi tutti i carpisti come me e io lo faccio da 23 anni, fanno monitoraggio del territorio essendo presenti sul campo negli orari in cui la vigilanza ordinaria è più lieve o assente,puliscono le rive della zona di pesca raccogliendo i rifiuti, etc.etc cosi facendo vengono scoraggiate le scorribande notturne di chi pensa che un parco di notte sia il luogo ideale per fare di tutto e i bracconieri che pescando di frodo asportano il pescato.Il Carpista rispetta le regole.non uccide il pescato anzi lo medica dopo la cattura e seguentemente RILASCIA INCOLUME il pesce, è un punto d’orgoglio rilasciare il pescato e la tutela del territorio….

    • brugheriofutura permalink*
      novembre 20, 2011 3:26 pm

      Il video non ha indicato nessuno come criminale. La questione dovrebbe essere affrontata a monte. Nel video è scritto chiaramente che il Comune di Brugherio dal 2007 si è dotato di un Regolamento per il benessere degli animali. Tale regolamento, all’art. 5 comma 1 dice: “E’ vietato mettere in atto qualsiasi maltrattamento o comportamento lesivo nei
      confronti degli animali, che contrasti con le vigenti disposizioni.”

      Mentre il Regolamento comunale dei Parchi, al Titolo I, articolo 9 stabilisce: “E’ vietata l’occupazione, anche temporanea, di suolo o di aree verdi con attrezzature sportive,
      chioschi, tende da campeggio o altro senza la preventiva autorizzazione del Sindaco.”

      Dal momento che anche la pesca no-kill, oltre a non poter escludere la morte dell’animale, ne causa sicuramente un danno all’apparato boccale (oltre allo stress della cattura), può sicuramente essere considerata una violazione del Regolamento per il benessere degli animali. Inoltre, dal momento che il campeggio nei parchi è vietato, i pescatori che si accampano con la tenda stanno violando il Regolamento dei Parchi.

      A questo si aggiunga che questi fenomeni sono stati riscontrati anche al di fuori degli orari e dei giorni previsti dalla stessa ordinanza.

      In ragione di ciò, è la stessa autorizzazione alla pesca che viola le regole. Quindi il Sindaco può anche aver esteso il diritto di pesca a tutto il lago, ma lo ha fatto violando lui per primo le regole.

      In secondo luogo, questa presunta estensione della pesca a tutto il perimetro del lago, avrebbe dovuto essere comunicata proprio con il cartello cui fate riferimento voi. Invece, oltre a non essere stata indicata sul cartello, ad oggi non è stata nemmeno pubblicata sul sito internet del Comune. Se il Sindaco ha modificato l’Ordinanza e non lo ha comunicato ai cittadini, ha commesso una mancanza grave.

      Può averlo fatto per due motivi: o per trascuratezza, ed è grave perché quando un Amministratore prende un provvedimento ha il dovere di informarne i cittadini.

      Oppure può averlo fatto apposta, perché sapeva che la pesca a Increa è poco gradita ai cittadini, e per evitare di ricevere critiche ha cercato di fare in modo che essi non venissero a sapere che l’autorizzazione a tale pratica è stata non solo confermata, ma addirittura estesa a tutto il lago. Questo è ancora più grave, perché indica la volontà di ingannare i cittadini.

      Un ulteriore considerazione la spendiamo a riguardo del tono dei commenti che abbiamo ricevuto dai pescatori.

      A differenza sua, che si è espresso in modo civile e aperto al dialogo, da parte degli altri pescatori che hanno commentato il video siamo stati fatti oggetto di insulti che andavano da “ignoranti” a “deficienti” con anche qualche termine peggiore (ad esempio “pedofili”).

      Noi non abbiamo mai eliminato nessuna critica dal blog, perché abbiamo sempre pensato che fosse uno spazio dove confrontarsi e discutere, anche con chi la pensa diversamente da noi. Le uniche eccezioni le abbiamo fatte (come in questo caso) quando i commenti contengono insulti. Questa scelta è dettata dal fatto che noi consideriamo inaccettabile che ci sia qualcuno che, quando si trova di fronte ad un opinione che non condivide, non sappia fare altro che insultare e denigrare, senza la minima capacità di portare argomenti reali di critica o discussione.

      Noi siamo disposti al dialogo con chiunque, a patto che la discussione si mantenga su un livello civile. Se qualcuno vuole svilire la propria dignità ricorrendo ad un linguaggio barbaro, noi non siamo disposti a fare altrettanto, fermo restando che ci riserviamo la facoltà di utilizzare anche strumenti legali verso chi dovesse trascendere oltre certi limiti.

      Questo è il motivo per cui tutti i commenti come il suo (del quale la ringraziamo) verranno pubblicati e riceveranno risposta, mentre quelli di tono offensivo verranno oscurati.

      Un saluto.

      • Emanuele Mazza permalink
        novembre 21, 2011 10:12 pm

        E’ vero che nel video è scritto chiaramente che il Comune si è dotato di un regolamento x il benessere degli animali, e qui si potrebbe discuterne.
        Scrivi che il video non ha indicato nessuno come criminale; ma tu che significato attribuisci all’associazione della foto “sex with animals” a quella dei bambini che potrebbero venire spaventati da questo nostro comportamento???
        Questo mi da veramente fastidio!
        Inoltre anche le foto delle tende ritraggono noi pescatori.
        Per quanto riguarda la pubblicazione dell’ autorizzazione alla pesca, puoi trovare il documento nel sito ufficiale del Comune di Brugherio, digitando su google “brugherio autorizzazione pesca”.
        Probabilmente deduco che il video in mio possesso sia differente dal tuo perchè non riesco a capire questa ostinazione a cercare di avere delle ragioni che non hai.
        Ricorda che se offendi riceverai offese.

      • brugheriofutura permalink*
        dicembre 2, 2011 1:03 pm

        Non crediamo che la nostra sia ostinazione. Semplicemente siamo convinti di quello che diciamo e che i regolamenti avrebbero dovuto essere rispettati prima di tutto dal Sindaco, che non avrebbe dovuto concedere il permesso di pescare. Le immagini della foto “sex with animals” e successive volevano essere ironiche; ci dispiace che non tutti lo abbiano compreso. Per quanto riguarda le tende invece, secondo i regolamenti che abbiamo citato prima, non si possono installare. In merito all’ordinanza la ricerca su google che suggerisci l’abbiamo fatta ben prima di pubblicare il video, e anche successivamente. Come risultato abbiamo sempre trovato l’ordinanza del 2010. Quella del 2011 l’abbiamo comunque recuperata e abbiamo provato a verificare se si potesse ottenere via internet digitando il relativo numero di protocollo (13752) sul sito internet del Comune (nella sezione albo pretorio). Il documento non risultava comunque disponibile. Se l’Amministrazione comunale emana un provvedimento ma non lo comunica ai cittadini commette una mancanza. Essa aveva il dovere di rendere disponibile li documento su internet (in modo semplice) e, sopratutto, di cambiare il cartello al Parco.

  2. anonimo permalink
    marzo 14, 2012 11:16 pm

    guardate che non necessariamente la pesca porta danno all’ecosistema. io sono un pescatore, mantengo sempre pulito il luogo di pesca, rilascio sempre tutti i pesci nelle condizioni migliori.. faccio anche notare che i pescatori ( quelli seri ) sono molto importanti, perchè tendono a monitorare le acque e a segnalare eventuali probemi o abusi, cosa che spesso non viene fatta dalle autorià comunali.. per il fatto che le esche potrebbero portare ad un’eccessiva eutrofizzazione delle acque si potrebbe imporre un regolamento che fissi un limite massimo ( a peso) di esche e pastura consentite ad ogni pescatore

  3. Uwe permalink
    maggio 26, 2012 3:13 pm

    Ciao a tutti,

    abito ad’ Agrate, sono tedesco e non capisco xchè in questo laghetto c’è un divieto di balneazione. Xchè si parla sempre della pesca e mai della balneazione.

    In Germania quasi tutti i laghi sono liberi x la balneazione e x quanto riguarda la chiusura del parco ed’ il camping credo che se non si esagera non si crea nessun danno.

    Mi sembra che in questa zona da un lato c’è un’ inquinamento allucinante, dall’ altro un’ allarmismo esagerato. Non credo che l’ecologia viene disturbato da q.c. tende all’ ora sbagliato.

    Basta che la natura non viene inquinata.

    Cordiali saluti

    Uwe Zipprich

  4. Antonio permalink
    giugno 28, 2013 10:47 am

    Ma finitela un pò che i pescatori, ed in particolare quelli che fanno carpfishing, sono le persone più rispetttose verso i pesci……per non parlare della pulizia dei luoghi ecc..
    Siete i soliti ambientalisti…….

  5. Luke permalink
    aprile 3, 2014 10:50 am

    Sicuramente può non far piacere, ma temo che questo video oltre che essere molto superficiale sia anche fazioso e condizionante! Per prima cosa evita commenti del tipo che divertimento ci sarà…nessuno ti ha chiesto se ti piace, e vedendo il tempo che hai da perdereper fare questi video e prendertela male perchè 3 persone che sicuramente più che “PESCARE NELL?ILLEGALITA’ PIU’ ASSOLUTA” come dici voi è molto probabile siano li erroneamente, c’è da dire che come viene riportato sopra nessuno esegue controlli e di conseguenza nessuno più chiedere informazioni o farsi aiutare….poi per quel che riguarda la salvaguardia animale temo che esistano episodi ben più gravi all’interno del parco verso molte altre specie animale ma che non vengon considerate…mi sembra più che altro un capriccio forse perchè ce l’hai con i pescatori….cosa ci sta a fare li allora se non è ne balneabile ne pescabile…essenzialmente inutile visto che è anche ben distaccata l’area in questione dal resto del parco….se poi vuoi insistere sul questi divieti lo fai egoisticamente per poter guardare il lago quei 5 secondi senza avere fastidiose persone sulle sponde che ti rovinano il panorama…a me sembra più questo il problema….come sicuramente sapete, chi fa questo tipo di pesca oltre a pagare per la licenza (che appunto serve per finanziare il ripopolamento e la cura delle nostre acque interne) è sempre il più attento all’inquinamento e alla sporcizia…cosa che sicuramente le migliaia di famiglie che pranzano e grigliano non fanno, e se vogliamo immagino che anche girare con le macchina vicino al parco come grigliare al sui interno stressi molto quei poveri uccellini e insetti che lo abitano…anzi…probabilmente la stessa presenza umana è causa di problemi…quindi credo che si dovrebbe completamente vietarne l’accesso…altrimenti da persone civili si trova un compromesso che possa soddisfare tutti…
    Un ultima cosa: quella foto dove il tizio si abbraccia il pesce non è fatta ad increa, non sapete nemmeno chi sia ne da dove venga quindi sicuramente quei poveri bambini non son stati turbati….evitate di dire cavolate faziose ed incoerenti…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Sinistra News

Tutte le notizie dal mondo progressista

Single OFF Solitude

come sopravvivere in un mondo fatto in coppia

WordPress.com

WordPress.com is the best place for your personal blog or business site.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: