Skip to content

RONCHI: CERCA UN CENTRO DI GRAVITA’ PERMANENTE

gennaio 14, 2012

L’equilibrio precario del centrodestra

Nuovi tumulti scuotono il centrodestra brugherese, che non trova stabilità nemmeno dopo il rimpasto che ha salvato il Sindaco nel mese di novembre (ne abbiamo parlato qui).

Cerchiamo di ricapitolare i fatti. Ve lo ricordate Salvatore Esposito, l’esponente del Pdl che in occasione del suddetto giro di poltrone era stato nominato Assessore all’Informatica (carica che pareva inventata lì per lì ma che in realtà serviva per far slittare importanti deleghe dal Pdl alla Lega)? Ebbene, egli ha recentemente comunicato che, per motivi personali che non hanno nulla a che fare con la politica, ha deciso di rinunciare al proprio incarico.

Queste dimissioni, anche se riguardanti la sfera privata, lasciano comunque un posto di Assessore nuovamente vacante, riaprendo quello che ormai potremmo definire, non senza amarezza, il problema principe della nostra Giunta: mantenere una ripartizione numerica, al suo interno, che sia gradita ai berlusconiani (5 Assessori al Pdl e 2 + Sindaco alla Lega Nord) e di conseguenza garantisca quel pizzico di equilibrio, seppur molto precario, sufficiente a rimanere ancorati agli scranni di Villa Fiorita. E meno male che questi Signori si sono presentati alle elezioni come “ARIA NUOVA PER BRUGHERIO” o “IL VERO CAMBIAMENTO” ! Stiamo invece assistendo alla più triste delle rivisitazioni della prima repubblica: l’applicazione puntigliosa del manuale Cencelli di democristiana memoria!

A riempire il posto vuoto lasciato da Esposito è stato chiamato Giuseppe Valentino. Questo fatto a dire il vero scombina un po’ il quadro fin qui delineato e sicuramente induce a  porsi domande.

Che il “dissidente” del Pdl aspirasse ad un posto in Giunta è un fatto noto a tutti, come è noto il fatto che fosse “dissidente” proprio perché non ancora nominato Assessore. Fino a questo momento però era sempre stato snobbato dai suoi compagni di maggioranza e di partito, che nei giorni scorsi, in occasione dell’aggiornamento della composizione delle commissioni consiliari, lo avevano addirittura estromesso da tutte le commissioni stesse; una punizione per le sue continue intemperanze, sbandierata sui giornali con precisazioni sull’estraneità del partito rispetto a qualunque intervento, esternazione e/o dichiarazione del Consigliere, il quale da quel momento in poi avrebbe parlato esclusivamente a titolo personale. Eravamo ai prodromi di una sicura espulsione. Ora invece a sorpresa (ma mica poi tanto) egli è chiamato a ricoprire il ruolo di amministratore. Difficile immaginare che lo possa fare senza rappresentare il quinto Assessore in quota al Pdl, perché se cosi fosse ci chiediamo come possa fare un Assessore, espressione della maggioranza, ad agire e a relazionare solo a titolo personale e non come parte dell’Amministrazione stessa. Delle due l’una: o nel Pdl hanno la memoria corta e non ricordano quanto il loro coordinatore ha dichiarato solo una settimana prima o c’è qualche cosa sotto.

Ragioniamo: se secondo il metodo fin qui adottato per le spartizioni, il partito di maggioranza relativa reclama per sé almeno 5 Assessori, come può Giuseppe Valentino ottenere un posto in Giunta se non rappresenta il suddetto partito? I conti non tornano!

Il fatto che ora a Valentino siano state conferite deleghe amministrative, per il centrodestra significa ritornare sui propri passi e cedere alle pressioni ed ai ricatti di quest’ultimo; vuole dire che la debolezza della maggioranza ha raggiunto un nuovo livello di gravità, e che la sua sopravvivenza dipende, ancora più che in passato, dagli umori di singoli esponenti spesso inaffidabili. L’equilibrio, tanto ricercato, è ancora lontano dall’essere raggiunto.

Ancora di più ora che essa perde altri due Consiglieri Comunali. Infatti durante una conferenza stampa tenutasi l’11 gennaio, Andrea Carafassi e Antonio Tumminello (entrambi del Pdl) hanno annunciato che lasciano il partito di Berlusconi per entrare in quello di Fini (Fli), che fonderanno in Consiglio Comunale il gruppo “Futuro e Libertà verso il Terzo Polo” e che saranno all’opposizione.

A tal proposito vien da chiedersi: l’ormai consunta stampella UDC, in questo nuovo panorama, dove andrà a posizionarsi? Chi sorreggerà? Fli, come avviene a livello nazionale, o rimarrà fedele al  governo della città?

Comunque sia, questo è solo l’episodio più recente della guerra interna al centrodestra, che ha coperto di ridicolo un’Istituzione importante come il Consiglio Comunale e paralizzato l’intera amministrazione della città.

E’ un nuovo esempio di trasformismo, l’ennesimo fornito da questa coalizione irresponsabile ed irrispettosa dei cittadini.

Carafassi e Tumminello sono due dei “dissidenti” della prima ora; il primo però era rientrato ben presto nei ranghi, evidentemente allettato dalla promessa di spazio e visibilità all’interno del partito. Ora, evidentemente, ha valutato che nel Pdl le proprie ambizioni non hanno trovato una adeguata risposta, ed ha deciso di ritagliarsi un posto al sole da un’altra parte.

E allora oplà! Si è preso una nuova tessera e si è aperto un gruppo consiliare apposta per lui e per il ritrovato socio-dissidente.

In maggioranza continua ad esserci un andirivieni di Gruppi e di Consiglieri, solitamente dettato da calcoli politici e ricerca di visibilità personale; era già successo in senso inverso con UDC e BPE e con l’ex leghista Biraghi e l’ex pidiellino Ribaudo, confluiti nel Gruppo Misto (il primo all’opposizione, il secondo rimasto in maggioranza).

Brugherio è sempre più ingovernata ed ingovernabile e l’opportunismo viene premiato; Fli, che non si è presentata alle elezioni del 2009 (non esisteva nemmeno), ottiene dal nulla un numero di rappresentanti pari a quello che avrebbe una forza politica con più del 7% dei voti.

Se qualcuno dovesse mai chiedersi il motivo per cui i cittadini si allontanano dalla Politica, crediamo che avvenimenti come questi forniscano una più che valida risposta.

L’unico modo per uscire da questa situazione è che l’Amministrazione si dimetta, e i brugheresi possano, tramite elezioni, scegliersi dei nuovi rappresentanti.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Sinistra News

Tutte le notizie dal mondo progressista

Single OFF Solitude

come sopravvivere in un mondo fatto in coppia

WordPress.com

WordPress.com is the best place for your personal blog or business site.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: