Skip to content

NON E’ UN PAESE PER GIOVANI – MARIO MONTI E IL POSTO FISSO

febbraio 3, 2012

“Tutte le cose che stiamo cercando di fare sono operazioni di ricerca della consapevolezza. I giovani devono abituarsi all’idea che non avranno un posto fisso per tutta la vita. E poi, diciamolo, che monotonia”.

Queste sono le parole utilizzate dal Presidente del Consiglio Mario Monti nel corso di una recente intervista televisiva per spiegare le intenzioni del suo Governo in materia di lavoro.

In pratica è un modo per dire a tutto il Paese, ai giovani in particolare, di togliersi ogni illusione e ogni pretesa. Questo Governo agirà in modo da tutelare le esigenze delle imprese a scapito di quelle dei lavoratori. Il futuro mondo del lavoro sarà fatto, ancora più che oggi, da condizioni di completa sudditanza del lavoratore nei confronti delle aziende. Rendere i lavoratori ricattabili con la minaccia del licenziamento facile minerebbe la democrazia, perché manterrebbe le persone in una costante condizione di insicurezza. Ridurrebbe la loro libertà.

Queste dichiarazioni sono in linea con quelle del Ministro Fornero, che qualche giorno  fa aveva detto, in merito alla riforma della normativa sul lavoro (leggi qui), osteggiata dai sindacati: “”Il Governo farà di tutto per non perdere il treno e se lo facciamo insieme siamo contenti, altrimenti cercheremo comunque di farlo”.

Cioè: se ai sindacati la riforma piace, va bene, altrimenti non rompano le scatole perché tanto la facciamo lo stesso.

Per non parlare poi del Sottosegretario Martone che ha definito sfigati tutti quelli che non si laureano entro i 28 anni.

Le parole degli esponenti del Governo esprimono bene il disegno che è nella testa di questo gruppo di lobbisti che si è impadronito del Paese e lo sta consegnando come un pacco dono nella mani dei poteri forti (ne avevamo parlato qui)

Vogliono un Paese di schiavi che pensino a produrre rimanendo zitti e buoni. L’arroganza di questo atteggiamento è insopportabile.

E’ grave che un Presidente del Consiglio, a capo di un Governo fatto di raccomandati (lo stesso Martone è un noto figlio di) e nepotisti (la figlia della Fornero possiede due posti fissi nella stessa università dove insegnano i genitori), composto da oligarchi che ricoprono un numero indefinito di incarichi (sommandone tutti i vari stipendi) si permetta di affermare che il posto fisso è monotono. Detto da chi si trova in condizione di avere più di un posto fisso (peraltro strapagato) questo risulta un’offesa ed un insulto ad ogni italiano onesto.

E’ ancora più grave che questo Governo, diretta espressione dei grandi gruppi finanziari mondiali, sia stato collocato dov’è con la collaborazione unanime di tutto il Parlamento italiano, che ora sta assistendo indifferente allo smembramento delle tutele dei cittadini.

Gli italiani non possono più sopportare simili soprusi. Se chi governa agisce palesemente contro gli interessi del popolo quest’ultimo ha il diritto ed il dovere di far sentire la propria voce, per fare in modo che la sovranità venga tolta dalle mane dei poteri forti, e restituita in quelle della collettività.

Il Governo Monti si deve dimettere, e devono essere indette nuove elezioni.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Sinistra News

Tutte le notizie dal mondo progressista

Single OFF Solitude

come sopravvivere in un mondo fatto in coppia

WordPress.com

WordPress.com is the best place for your personal blog or business site.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: