Skip to content

RIFORMA DEL LAVORO: MONTI CI VUOLE TUTTI SOTTOMESSI

febbraio 24, 2012

Il Governo presieduto da Mario Monti sta procedendo spedito nell’esecuzione del suo programma di demolizione della struttura democratica del Paese e del suo assoggettamento alla volontà dei poteri forti, di cui la Trojka Europea (Banca Centrale Europea, Fondo Mondiale Internazionale e Governo tedesco) è l’espressione più evidente.

Viste le premesse con cui l’esecutivo si è insediato lo scorso novembre, questo fatto non stupisce. Come abbiamo già scritto in precedenza, (leggi qui e qui) Monti è stato messo al suo posto per far subire all’Italia in tempi rapidi una serie di provvedimenti che garantissero gli interessi dei grandi gruppi finanziari e delle banche, riversando i costi della crisi sui cittadini, in particolare su quelli dei ceti medi e bassi e sulle piccole imprese.

Quello che lascia sconcertati è la barriera di menzogne con cui buona parte dei mezzi di comunicazione di massa e della classe politica sta cercando di coprire l’operato di Super Mario e dei suoi collaboratori.

Costoro stanno cancellando diritti acquisiti in decenni di lotte con la leggerezza con cui si cambierebbero un paio di scarpe.

E tutto (o quasi) il Parlamento applaude.

Non ha smesso di applaudire quando il Governo ha regalato agli italiani la “riforma” delle pensioni che li porterà a lavorare fino a 70 anni; non ha smesso di applaudire quando il Ministro Fornero ha dichiarato che intende eliminare l’art. 18 dello Statuto dei Lavoratori (ne abbiamo parlato qui), né quando ha detto che lo avrebbe fatto anche senza il consenso dei sindacati, e neppure quando ha affermato che lo avrebbe fatto anche senza il consenso dei partiti.

Un Governo di personaggi non eletti dal popolo minaccia escludere i lavoratori da una riforma che li riguarda direttamente, e successivamente di esautorare il Parlamento, e i parlamentari fanno loro i complimenti.

Che il centrodestra, abituato a Berlusconi, si comporti in questo modo è comprensibile. Che lo faccia il centrosinistra è fuori da ogni logica e da ogni buon senso.

La sfacciataggine con cui questo Governo agisce dovrebbe far andare su tutte le furie qualunque leader di partito, qualunque opinionista, qualunque intellettuale, qualunque economista.

Invece ad arrabbiarsi sono solo i cittadini “comuni”, quelli che si trovano ogni giorno a sopportare gli effetti dell’austerità che Monti ha stabilito essere necessaria.

Quelle stesse persone che hanno il timore che l’Italia possa finire nelle stesse condizioni in cui si trova oggi la Grecia.

Ma le misure di Monti sono necessarie solo se si parte da un presupposto: che gli interessi dei poteri forti non devono essere toccati. In quest’ottica la crisi è per loro un’ottima occasione per aumentare il controllo sulla società con provvedimenti autoritari e repressivi.

La crisi può essere affrontata combattendo la corruzione (che in Italia ci costa 60 miliardi ogni anno), tassando le speculazioni finanziarie, combattendo l’evasione fiscale, applicando una tassa patrimoniale sui grandi patrimoni, eliminando grandi le opere inutili, gli sprechi della pubblica amministrazione e costi della politica. E investendo soldi pubblici per lo sviluppo, quello vero, moderno, ecosostenibile, rispettoso dei diritti delle persone.

Invece il Governo sceglie di cancellare le tutele dei lavoratori, cercando di far credere che in Italia non arrivano investimenti dall’estero per colpa dell’art. 18. Eh si, se lo dicono i geniali economisti che ci governano deve essere proprio questa la causa.  Sarà per questo che anche da parte del PD, sono state manifestate aperture in questo senso, con Bersani disponibile a modificare l’articolo e Veltroni addirittura a sopprimerlo.

Che sciocchi noi a pensare che i motivi fossero la corruzione, la burocrazia, la criminalità organizzata, l’inefficienza della classe dirigente. Che ingenui a pensare che i problemi da affrontare fossero questi!

Che sciocchi a inorridirci perché il Presidente di Confindustria Emma Marcegaglia, il cui fratello è stato condannato per corruzione ed il cui padre è indagato per traffico di rifiuti tossici, si permetta di dire che i sindacati “proteggono ladri e fannulloni”, con il Coordinatore del Pdl Alfano che le si è subito accodato a darle ragione.

Hanno ragione loro, i “tecnici”: meglio rendere chi lavora uno schiavo; sicuramente poi vedremo fiumi di denaro degli investitori stranieri riversarsi sul Paese!

La verità è che l’eliminazione dell’art. 18 a questi signori non serve a licenziare ladri e fannulloni, ammesso che ve ne siano (per quello c’è già la giusta causa), né per facilitare le “ristrutturazioni aziendali” (anche qui come sopra) e forse nemmeno per poter licenziare chi vogliono a loro piacimento in modo più agevole.

Quello che davvero interessa loro è rendere tutti più precari e quindi più ricattabili, per far passare manovre e manovrine senza nemmeno un briciolo di contrattazione con la controparte. Oppure costringendo quest’ultima a scendere a patti su DIRITTI acquisiti; e, si sa, quando si scende a contrattare su certi temi qualcosa si è già perso.

FIAT insegna: se vuoi lavorare niente tessera Fiom/CGIL, niente pause, niente garanzie, niente certezze, niente questo o quello … altrimenti sei fuori.

Oggi sono le Associazioni dei datori di lavoro (Confindustria, ABI etc) ad avere il coltello dalla parte del manico e da ora in avanti faranno valere questa posizione di vantaggio sempre di più.

Cominciamo a prepararci.

Annunci
2 commenti leave one →
  1. febbraio 24, 2012 11:59 pm

    Ci è data la possibilità di prepararci?
    Che sopprimano o meno l’art.18, la situazione è stata e continuerà ad essere molto difficile.

Trackbacks

  1. Riforma del lavoro: monti ci vuole tutti sottomessi- Rivistaeuropea

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Sinistra News

Tutte le notizie dal mondo progressista

Single OFF Solitude

come sopravvivere in un mondo fatto in coppia

WordPress.com

WordPress.com is the best place for your personal blog or business site.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: