Skip to content

FORZA LUCA; ORA PIU’ CHE MAI NO TAV!

febbraio 28, 2012

Luca Abbà, il militante NoTav rimasto ferito ieri mattina al cantiere di Chiomonte, in Val Susa, è in condizioni gravi ma stabili.  Nell’esprimere la nostra vicinanza a Luca e a tutto il Movimento NoTav non possiamo fare a meno di proclamare ancora una volta tutto il nostro sdegno e la nostra rabbia per il comportamento del Governo e delle forze dell’ordine nella gestione della questione dell’alta velocità ferroviaria.

Luca Abbà

Ricordiamo a tutti che Luca Abbà si era arrampicato su un traliccio per protestare e cercare di bloccare l’esproprio di terreni di sua proprietà e l’ampliamento del cantiere presso la baita Clarea a Chiomonte. Nel fare questo ha subito una scossa elettrica ed è caduto al suolo da un’altezza di circa 10 metri. Si è temuto per la sua vita fino a mezzogiorno di ieri, quando è arrivato l’annuncio dei medici sullo stabilizzarsi delle condizioni; la prognosi rimane comunque tuttora riservata.

Anche se i mezzi di comunicazione di massa non lo diranno, è del tutto evidente che i responsabili di questo incidente sono le lobby politico-economiche che sono disposte ad utilizzare qualunque mezzo, ivi compresa una vera e propria occupazione militare della Val Susa, pur di realizzare un opera pubblica inutile dal punto di vista del sistema dei trasporti, dannosa per l’ambiente e costosissima per le casse dello Stato.

Questi speculatori non si accontentano più della campagna denigratoria che da anni stanno orchestrando ai danni del Movimento No Tav, cercando di farlo passare per un gruppo di terroristi; da qualche tempo è in atto una vera e propria persecuzione, con lo scopo di far piegare la testa ai valligiani, ed a tutti gli italiani che condividono la loro causa.

In questo senso, non è degno di un Paese democratico ciò che è avvenuto sabato scorso, al termine della grande manifestazione in Val Susa (75.000 persone in marcia), quando la polizia, alla stazione di Torino Porta Nuova, ha caricato i manifestanti che cercavano tranquillamente e pacificamente di prendere il treno per tornare a casa. In quale Nazione civile le forze dell’ordine assalgono i dimostranti alla fine di una manifestazione?

Il fatto è che, quando si parla di Tav, la questione è ormai uscita dall’ambito della democrazia.

Non si tratta più nemmeno di una opera pubblica. Ormai si tratta prima di tutto di una questione di potere. C’è una valle che, per salvaguardare il proprio futuro, si oppone da anni a chi vuole depredare il territorio per interessi di casta. Questa valle, nonostante i mass media (che in gran parte obbediscono alla suddetta casta) le siano avversi, è riuscita con fatica a far ascoltare le proprie motivazioni ai cittadini, e ha raccolto attorno a se un numero enorme di consensi. Sono consensi che arrivano da quello persone, sparse in tutta Italia, che hanno capito che la battaglia contro l’alta velocità ferroviaria è sicuramente una battaglia per il buon governo del patrimonio pubblico, ma è sopratutto una battaglia per la democrazia. E in entrambi i casi riveste un valore universale che va ben oltre i confini della Val Susa.

Ed è per questo che la casta (mai così trasversale, dal momento che si va da Piero Fassino e Mercedes Bresso fino a Berlusconi passando per Mario Monti) lo sa bene, e non è disposta ad accettare che i cittadini possano, dal basso, decidere il destino del proprio territorio.

Ma non ha capito che la valle non si arrenderà. E che ad ogni prepotenza, ad ogni azione militare perpetrata ai danni del Movimento, a quest’ultimo si aggiungeranno nuovi simpatizzanti. Come è avvenuto ieri quando, alla notizia dell’assalto delle ruspe a Chiomonte, in tanti si sono subito messi in azione per organizzare presidi, blocchi del traffico e manifestazioni. E come sta avvenendo ancora in queste ore, con i raduni convocati in tutti Italia per mostrare la solidarietà alla Valle che resiste.

Al Governo non resta che prendere atto che il Paese non vuole la Tav e annullare questa opera insensata.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Sinistra News

Tutte le notizie dal mondo progressista

Single OFF Solitude

come sopravvivere in un mondo fatto in coppia

WordPress.com

WordPress.com is the best place for your personal blog or business site.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: