Skip to content

E SE MONTI PRIVATIZZA LA SANITA’?

novembre 29, 2012

Lo stiamo dicendo da parecchio tempo, ed ogni giorno ne abbiamo una nuova conferma: il Governo di Mario Monti sta smantellando pezzo per pezzo il sistema di diritti e tutele che gli italiani avevano faticosamente conquistato nel corso di anni di lotte e di impegno.

Lo sta facendo usando la crisi come scusa, come giustificazione unica, come motivazione che non richiede nessuna ulteriore spiegazione.

E così ha cancellato l’articolo 18 e la contrattazione nazionale, ha stabilito che le persone debbano andare in pensione a 70 anni, ha riempito gli italiani di tasse, ha ridotto all’osso i bilanci dei Comuni, ha mortificato la scuola pubblica, ha risposto con repressione autoritaria a coloro che hanno tentato, giustamente, di protestare.

E l’altro ieri ha messo le mani avanti sul suo prossimo obiettivo: il sistema sanitario nazionale. Ha infatti dichiarato che non è detto che lo Stato possa garantire la Sanità pubblica nei prossimi anni. La “soluzione” nascosta dietro questa affermazione sarà la privatizzazione del servizio tramite polizze assicurative. Così il buon Mario, dopo aver fatto gli interessi dei suoi colleghi banchieri, avrà reso un enorme servigio anche alle grandi compagnie di assicurazione. Poco importa che egli oggi abbia smentito di avere intenzione di toccare la Sanità pubblica. I fatti di questo anno trascorso con lui alla guida dell’Esecutivo contano più delle parole.

Esculapio, dio latino della medicina

Nei progetti dei poteri forti c’è la nascita di una società in cui chi potrà pagare si comprerà una copertura per garantirsi l’assistenza in caso di malattia, mentre chi non avrà i soldi per assicurarsi non avrà diritto alle cure nemmeno negli ospedali pubblici (sempre ammettendo che non vengano progressivamente privatizzati anche quelli).

Quello di cui stiamo parlando è il sistema in vigore negli Stati Uniti. Negli USA i servizi sanitari non sono disponibili a tutti; se non puoi pagare non ti curano.

Barack Obama ha lottato contro una parte del suo stesso Partito per introdurre un sistema più simile a quelli europei, dove anche i poveri possano avere diritto alla salute. Noi in Italia invece abbiamo un capo del Governo (ed i suoi Ministri con lui) che, anziché fare progredire il Paese, vuole farlo arretrare, passando dalla sanità per tutti a quella per pochi. Un Obama all’incontrario.

E’ curioso rilevare come Monti non voglia trovare i soldi per la Sanità, ma contemporaneamente abbia deciso che l’Italia deve spendere 17 miliardi per la TAV, 230 milioni di euro per le scuole private, 16 miliardi per l’acquisto dei caccia bombardieri F-35, solo per ricordare alcuni esempi noti a tutti.

Vi sono anche dei casi in cui lo Stato potrebbe avere delle entrate, ma rinuncia ad incamerarle. E’ ciò che accade a 98 miliardi di euro che i Monopoli di Stato dovrebbero al Tesoro per gli incassi del gioco d’azzardo, ma che fino ad ora il Governo non ha mai reclamato. Cioè non si cercano i soldi dove ci sono, e per far quadrare i conti si demoliscono i diritti costituzionali (art. 32La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti”).

Se pensiamo che i partiti attualmente in Parlamento (salvo alcune eccezioni) hanno votato ogni cosa che Super Mario abbia proposto (eccetto quei provvedimenti che potessero mettere in discussione qualche poltrona o qualche loro privilegio, come il decreto sull’accorpamento delle Province), e che anche le forze politiche del cosiddetto centrosinistra si presenteranno alle elezioni del 2013 con un programma in diretta continuità con quello di Monti, possiamo dire che lo scenario è pessimo.

Se non vogliamo che l’Italia sia distrutta e divenga un luogo desolato dove chi non è miliardario sia condannato ad una condizione di povertà senza speranza di riscatto sociale, dobbiamo opporci a questi nuovi despoti della finanza, e cambiare la classe dirigente del Paese.

Cambiare #sipuò, ma dobbiamo volerlo. Tutti insieme.

Annunci
2 commenti leave one →
  1. dicembre 13, 2012 9:31 am

    Ci sono anche le multe per gli ospedali che curano troppo spesso i malati …
    http://demata.wordpress.com/2012/12/13/sanita-usa-obama-che-vergogna/

Trackbacks

  1. PUNTO E A CAPO | Brugherio Futura Blog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Sinistra News

Tutte le notizie dal mondo progressista

Single OFF Solitude

come sopravvivere in un mondo fatto in coppia

WordPress.com

WordPress.com is the best place for your personal blog or business site.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: