Skip to content

ANCORA SUL 25 APRILE

aprile 27, 2013

Come ogni anno, noi di Brugherio Futura con A.L.B.A. eravamo presenti alla manifestazione del 25 aprile a Milano ed abbiamo provveduto a documentarla attraverso twitter.

Il numero dei partecipanti è stato elevato come sempre, a dimostrazione che la ricorrenza è sempre molto sentita. Possiamo però assicurarvi che, al di la dei discorsi di circostanza dal palco, quella appena trascorsa è stata una delle più tristi e sotto tono cui ci sia capitato di assistere.

Lo è stata nel senso che la preoccupazione, la disillusione, se non addirittura la disperazione, si toccavano con mano e si leggeva sui volti delle persone.

Il 25 aprile dovrebbe servire a ricordare chi è morto per la nostra libertà e i nostri diritti di cittadini; invece l’altro ieri sembrava per molti aspetti la celebrazione del rimpianto per aver permesso che questi diritti venissero calpestati, negati e addirittura dileggiati come inutili e costosi privilegi (ci riferiamo al diritto al lavoro, ai diritti civili, al diritto alla casa, al diritto alla cultura, al diritto ad un ambiente sano etc) .

Non abbiamo visto, come gli altri anni, la voglia di rivalsa e di lotta, la voglia di conoscere e far conoscere cosa è stata la resistenza e cos’è la Costituzione. Piuttosto abbiamo avuto l’impressione che la gente fosse rassegnata; stanca della crisi che sembra non finire mai, troppo delusa dalla cattiva politica, dall’irresponsabilità della casta, dalle imposizioni dei poteri forti.

Il popolo del 25 aprile è stato lo specchio della società italiana di oggi. Una società che la classe dirigente sta dimostrando di non capire o di voler ignorare.

Anziché prendere atto che i cittadini sono stufi e pretendono un cambiamento, la politica sembra voler riproporre gli stessi comportamenti del passato.

E così due partiti, il PD ed il Pdl, che si sono presentati alle elezioni dello scorso febbraio come antagonisti (come i due poli del sistema bipolare cui loro stessi dicono di tenere tanto) stanno per dare forma ad un grande inciucio, andando a formare un Governo misto in cui si spartiranno cariche e ruoli sotto la guida di Enrico Letta, uno degli uomini più di destra all’interno del partito (di centrosinistra) che ha vinto le elezioni. Tutto questo risulta essere in totale contrasto con la volontà della base e dell’elettorato, soprattutto di centrosinistra, ed anche della democrazia.

Ma invece di pensare a questo i leader politici ed i mass media al loro servizio preferiscono attaccare chi denuncia e dissente. Preferiscono distorcere e strumentalizzare le parole di chi dice, secondo noi a ragione, che la cattiva condotta della politica rischia di uccidere lo spirito stesso del 25 aprile.

Chi fa politica ha il dovere di essere calato nella realtà se vuole operare per il bene. In caso contrario, può solo crogiolarsi nei discorsi da salotto perbene, nella demagogia e nell’autocelebrazione mentre la gente con i suoi problemi continua ad allontanarsi sempre più dalle Istituzioni e dalla partecipazione alla vita pubblica.

In questo senso Grillo ha ragione quando dice che la Resistenza sta morendo.

La uccidiamo noi dividendoci artificiosamente anziché lavorare tutti insieme per ribaltare questo sistema che ci sta opprimendo.
Intanto Berlusconi ringrazia.

20130427-205921.jpg

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Sinistra News

Tutte le notizie dal mondo progressista

Single OFF Solitude

come sopravvivere in un mondo fatto in coppia

WordPress.com

WordPress.com is the best place for your personal blog or business site.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: