Skip to content

AMPLIAMENTO CAROSELLO: MARONI NON RISPONDE

febbraio 2, 2018

Brugherio Futura, insieme a tutti i soggetti che in questi anni si sono opposti all’ampliamento del Centro Commerciale Carosello, ha recentemente inviato un lettera (assieme alle firme raccolte da una petizione on-line) al Presidente uscente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, chiedendogli di porre fine definitivamente alla questione, anche a seguito del pronunciamento del Consiglio Regionale dello scorso 5 dicembre, con l’approvazione della Mozione contro l’ampliamento che chiedeva a Maroni di non aprire il tavolo per l’accordo di programma con la proprietà.

insegna_centro_commerciale_carosello

Purtroppo il Presidente non ha raccolto quanto richiesto nella lettera.

Tutto viene rinviato alla prossima Amministrazione Regionale, che potrà scegliere fra tre possibilità:

  1. chiudere una volta per tutte la questione negando definitivamente l’ampliamento;
  2. aprire il tavolo di lavoro sulla base del progetto attuale;
  3. far ritirare il progetto attuale, ripartendo con un nuovo progetto che stralci l’area del Parco degli Aironi (su suggerimento di una parte della lega Nord).

E’ evidente che per noi, l’unica opzione ammissibile è quella che prevede la cancellazione di ogni ipotesi di ampliamento, ed è quella per cui continueremo la battaglia.

Gli oppositori al raddoppio del Centro Commerciale non hanno nessuna intenzione di arrendersi alla cementificazione. Vi terremo aggiornati sugli sviluppi.

Di seguito, il testo della lettera inviata al Presidente Maroni.

Gent.mi

Avv. Roberto Maroni

Presidente della Regione Lombardia

       Arch. Ugo Parolo

Sottosegretario ai rapporti con il Consiglio Regionale,  alle politiche per la montagna e programmazione negoziata

       Dott. Daniele Nava

Sottosegretario alle riforme istituzionali, agli enti locali, alle sedi territoriali e programmazione

E p.c.   Assessori della Giunta Regionale

              Consiglieri Regionali

       Dott. Giuseppe Sala

Sindaco Metropolitano

Oggetto: Accordo di programma  ampliamento del Centro Commerciale il Carosello

Gent.mo Presidente Roberto Maroni

A poche settimane dalle fine del suo  mandato Le chiediamo,   in coerenza con i voti del Consiglio Regionale del 5 dicembre 2017, del 22 dicembre 2014 e con le posizioni espresse da migliaia di cittadini attraverso il lavoro di numerosi comitati costituitisi a difesa dell’ambiente, del lavoro e del commercio di prossimità, di approvare la Delibera di Giunta Regionale indispensabile per respingere la richiesta di avvio dell’iter di ampliamento del Centro Commerciale Carosello avanzata dai Sindaci di Carugate e Cernusco e mettere la parola fine a tutta questa vicenda che si protrae oramai da 4 anni.

Il centro commerciale si trova in un’area ove insistono anche le strutture di Ikea, Leroy Merlin, Euroverde-Decatlhon, centro ingrosso China, importanti  direttrici  stradali (Tangenziale Est, A4 Torino-Venezia, Strade Provinciali 121 e 208).

Ci troviamo al centro della pianura padana, nell’area metropolitana di Milano, ove si rileva la più alta concentrazione di inquinanti, con il 70% delle emissioni causate dal traffico veicolare.

Il progetto dell’ampliamento del centro commerciale Carosello prevede un incremento di 32.000mq. quasi il 50% dell’attuale superficie dei quali 23.000 mq. su Carugate e 9.000 mq. su Cernusco s/N. in aperto contrasto con gli strumenti di pianificazione territoriale dei due comuni. Il Piano del Governo del Territorio di Carugate, infatti,  considera l’area “satura da insediamenti commerciali”  mentre per Cernusco 5000 mq. coinvolti nella cessione appartengono al Parco degli Aironi che fa parte del PLIS  Est delle Cave, sono soggetti a numerosi vincoli ambientali e risultano “beni indisponibili” rappresentando un patrimonio naturalistico fondamentale per la collettività.

Il Centro Commerciale Carosello é stato già oggetto di ampliamento nel 2008 (13.000 mq) ed ora ha presentato un progetto per un nuovo ampliamento di circa il 50% dell’attuale superficie pari a 32.000 mq; 23.000 mq sul territorio di Carugate e 9.000 mq sul territorio del Comune di Cernusco S/N dei quali 5.000 mq sul Parco degli Aironi, un parco sì comunale ma di interesse sovracomunale, vincolato dagli strumenti urbanistici del Comune di Cernusco sul Naviglio e pertanto censito come “bene indisponibile” rappresentando un patrimonio naturalistico fondamentale per la collettività.

Al pieno contrasto con gli strumenti di pianificazione si aggiungono le preoccupazioni per gli aspetti occupazionali: la Confcommercio ed i comitati cittadini hanno evidenziato come il notevole aumento delle superfici di vendita possa determinare un’eccessiva concorrenza fra gli esercizi commerciali ed inevitabili ricadute negative sul commercio locale. Studi indipendenti attestano infatti che ad ogni posto di lavoro creato dalla grande distribuzione corrisponda la perdita di sei nei negozi di vicinato.

La concentrazione nell’area di grandi superfici di vendita ha impoverito i mercati cittadini, i negozi di quartiere e le attività economiche e sociali, elementi essenziali per preservare la vitalità dei centri storici.

Una corretta valutazione del progetto non può prescindere dall’attenta analisi dei costi esterni correlati, in particolare per quanto riguarda la tutela della salute, diritto costituzionale recepito pure nella Carta dei diritti fondamentali dell’Unione Europea. Il notevole aumento dei visitatori previsto dal progetto e quindi del traffico veicolare, in un’area ove circolano già decine di migliaia di auto al giorno e si rilevano concentrazioni elevatissime di inquinanti, è un fattore di rischio importante cui occorre prestare molta attenzione. Necessitano quindi studi epidemiologi e analisi della qualità dell’aria indipendenti per avere un quadro della situazione tale da permettere la valutazione dell’opportunità di inserire un unlteriore catalizzatore di traffico nell’area.

Col passare degli anni la contrarietà al progetto si è sempre più diffusa fra la popolazione, mettendo insieme associazioni, comitati, liste civiche, partiti e persone di ogni estrazione sociale, culturale e colore politico in  difesa del territorio, della salute e del lavoro

Auspichiamo quindi che voglia chiudere il Suo mandato impegnando la sua Giunta Regionale, nel rispetto anche delle indicazioni approvate a grande maggioranza dal Consiglio Regionale, a non aderire alla richiesta di attivazione di accordo di programma.

Restiamo a disposizione per qualsiasi informazione ritenesse necessaria e La ringraziamo per la sua attenzione.

 

Associazione APS Kunimà Cassina de’ Pecchi; Bene Comune Cernusco sul Naviglio;  Brugherio Futura; Carugate in Movimento; Circolo Matteotti Carugate; Cernusco città in comune; Comitato Acquedotto per i Beni Comuni Carugate; Comitato  Referendum Carugate; Città in Comune Cernusco sul Naviglio; Forum Ambiente Area Metropolitana Parco Est delle Cave; Insieme per Carugate; Legambiente Lombardia;  Legambiente Adda Martesana;

Lega Nord Carugate; Lega Nord Cernusco sul Naviglio; Lega Nord Cologno Monzese; Movimento Cinque Stelle Brugherio  Movimento Cinque Stelle Cernusco sul Naviglio; Movimento Cinque Stelle Cologno Monzese; Rifondazione Comunista Brugherio;  Rifondazione Comunista Vimodrone; Sial Cobas Cassina de’ Pecchi; Sinistra per Cernusco sul Naviglio; Sinistra Italiana Brugherio.


 

 

 

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Sinistra News

Tutte le notizie dal mondo progressista

Single OFF Solitude

come sopravvivere in un mondo fatto in coppia

WordPress.com

WordPress.com is the best place for your personal blog or business site.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: